Home » Cura del viso » Burrocacao: i balsami per labbra top nel 2021 (analisi INCI)

Burrocacao: i balsami per labbra top nel 2021 (analisi INCI)

Un buon burrocacao: ecco il segreto per delle labbra… al bacio! Purtroppo però questo cosmetico viene spesso acquistato con una certa superficialità: “uno vale l’altro”, ci si ripete spesso in mente mentre si aspetta in fila alla cassa. E invece no, le cose non stanno esattamente così. Un balsamo labbra di livello, uno di quelli che faccia bene il suo lavoro, protegge ed idrata in tutti i momenti dell’anno ed in tutte le circostanze. Ricordiamoci poi che il burrocacao andrebbe utilizzato quotidianamente e non solo quando le labbra cominciano a screpolarsi per il freddo.

Vista la costanza d’impiego e vista anche la delicatezza della pelle che riveste le labbra, sarebbe meglio scegliere soltanto balsami di comprovata qualità. Questo non significa necessariamente acquistare la marca più blasonata o il prodotto più costoso, quanto piuttosto prestare una certa attenzione all’INCI del cosmetico. Più facile a dirsi che a farsi? No, basta soltanto documentarsi un po’ sulla faccenda.

Nelle prossime righe perciò cercheremo di meglio definire il concetto di burrocacao (quando si dice: “partire dall’ABC”!), ma vedremo anche quali ingredienti è bene che siano presenti nella sua formulazione e quali invece andrebbero evitati come la peste. Infine proporremo a chi legge una piccola sezione di consigli per gli acquisti utile sia per chi ha speso del tempo ad apprendere qualche nozione di cosmetica, sia per chi… preferisce andare subito al sodo.

Burrocacao: cos’è esattamente?

Il burrocacao altro non è che una sostanza cosmetica particolarmente grassa. Solitamente venduto in formato stick, viene applicato sulle labbra quasi come se fosse un rossetto. Ad onor del vero dovremmo dire che esiste anche un formato più fluido del prodotto, formato che viene venduto in vasetto o addirittura conservato in barattolo. Si tratta però di soluzioni meno diffuse e sicuramente meno igieniche rispetto allo stick di cui sopra.

La funzione del burrocacao, a prescindere dal suo formato, è quella di proteggere la zona interessata dall’azione degli agenti climatici e dalla secchezza in generale. Se utilizzato su labbra screpolate invece può ridurre il senso di fastidio che esse procurano, guarire piccole e dolorose ferite, nonché proteggere la parte da un ulteriore deterioramento.

Il burro di cacao si ricava essenzialmente dai semi di cacao che contengono una buona percentuale di questa sostanza (50-57%). L’estratto viene quindi sottoposto ad un processo di pressatura e poi essiccato ad alte temperature. Al burro di cacao vero e proprio, quello ottenuto dalla lavorazione del seme di cacao per intenderci, si aggiungono di solito altre sostanze. Spesso si tratta di acidi grassi dalle comprovate proprietà emollienti, nutritive e protettive. Ci riferiamo nello specifico all’acido palmico, ma anche agli acidi oleici, linoleici e stearici.

Ma come funziona un buon balsamo labbra? Beh, innanzitutto lavora stimolando il processo di produzione del collagene. Ciò si traduce in una maggiore tonicità della pelle. Tra l’altro la presenza nella formulazione di un discreto numero di vitamine, di flavonoidi nonché di polifenoli, ingredienti dalle riconosciute proprietà antiossidanti, rende il burrocacao un prodotto anti-age. Per questo motivo il cosmetico qui in esame può dirsi un prezioso alleato delle pelli con tendenza all’invecchiamento precoce oltre che della cute secca e disidratata.

Quando usare il burrocacao

Il burrocacao, lo accennavamo poco prima, può essere utilizzato tutti i giorni. In particolare se ne raccomanda l’impiego nel corso dei mesi invernali e, soprattutto, prima di uscire di casa. In questo modo saremo sempre sicure di poter prevenire screpolature e secchezza cutanea. Il nostro cosmetico può poi essere utilizzato anche come rimedio a questo genere di fastidi, ma prevenire sarebbe sicuramente meglio che curare. Sì, curare. Il burrocacao è infatti anche un prodotto curativo.

Nella sua formulazione, ricca di oli, burri e spesso di cere d’api, sono contenuti tanti principi attivi capaci di stimolare la pelle a rigenerarsi, a chiudere piccole e grandi ferite, a nutrire la cute ed ad idratare l’epidermide rendendola meno soggetta a spaccature e fastidi. Si tratta quindi di un cosmetico dal comprovato potere emolliente, capace di formare un film sulle labbra, sane o danneggiate che siano.

Alcuni balsami poi sono arricchiti da filtri solari più o meno potenti utili a proteggere la zona interessata dai danni provocati dai raggi UV. Tutti i prodotti appartenenti alla categoria, quelli che per intenderci contengono filtri SPF, meglio si adattano ad un uso estivo, ma niente vieta di adoperarli anche in pieno inverno.

Ed a proposito di filtri solari: in linea teorica sarebbe meglio preferire sempre quelli a base di ossido di zinco e titanio. Queste due sostanze infatti non alterano gli equilibri endocrini del corpo e non scatenano allergie di sorta. Ovviamente però bisogna stare attenti a non leccare o ingerire accidentalmente il prodotto, impresa ardua nel caso dei cosmetici per labbra! Diciamo ciò perché il titanio, in quel caso, potrebbe diventare una sostanza tossica.

Ma torniamo agli SPF in senso lato: prediligere un burrocacao che li contenga è sempre una scelta saggia dal punto di vista cosmetico. Questo perché proteggere la pelle dall’azione dei raggi UV significa anche rallentarne il processo di invecchiamento, mettersi al riparo da ustioni ed allergie. Normalmente i balsami per labbra reperibili in commercio contengono SPF 15 o 30.

Gli ingredienti del burrocacao: la scelta dell’INCI migliore

Chiariamo subito un punto: un buon cosmetico non deve per forza essere del tutto naturale o ricavato dall’uso di materie prime bio. Sicuramente però un prodotto green è più delicato e meno nocivo rispetto ad un equivalente standard. Se le prestazioni sono paragonabili quindi è sempre meglio orientarsi sul bio piuttosto che sul sintetico. Ciò è vero soprattutto nel caso di prodotti che in parte finiscono per essere ingeriti, come ad esempio il burrocacao (da qui la nostra raccomandazione riguardo ai filtri UV contenenti titanio).

Nel caso del balsamo per labbra si parla di ricetta biologica quando nella formulazione sono assenti tanto i conservanti quanto gli additivi artificiali, tanti i siliconi quanto i derivati del petrolio. Un cosmetico privo di questi elementi e contenente ingredienti che almeno nel 95% dei casi possano dirsi di derivazione naturale, è un cosmetico green. In questo caso nella ricetta del prodotto troveremo gli idratanti per eccellenza, ossia l’olio di argan ed il burro di karité, ma anche sostanze quali la cera e la glicerina vegetali, l’olio di oliva ed il miele nonché delle profumazioni biologiche. Alla formulazione si aggiungeranno quindi vitamine ed oli sintetici.

Attenzione ad un piccolo particolare: un burrocacao bio ha sempre una scadenza più ravvicinata rispetto ad un cosmetico da laboratorio. Ora: questi ultimi non vanno del tutto demonizzati, ma soltanto scelti con cura. Passi la presenza nella loro ricetta di antiossidanti e conservanti sintetici: si tratta di espedienti utili ad allontanare la data di scadenza del prodotto. L’importante è però non acquistare niente che tra i primi ingredienti riportati nell’INCI citi i petrolati, ossia sostanze derivate dalla raffinazione del petrolio.

Il fatto che questi elementi vengano subito riportati in lista significa che il loro contenuto percentuale è altissimo, il che non è certo un toccasana. E poi gli ingredienti naturali idratano sicuramente di più rispetto a paraffine e petrolati, anche se questi hanno sulla cute un effetto più veloce. Il burrocacao sintetico si riconosce inoltre perché è spesso presente sul mercato in svariati gusti e colori e per le scadenze che coprono un arco temporale di circa 36 mesi.

I prodotti sintetici di scarso valore sfruttano infine gli oli minerali, meno costosi degli equivalenti vegetali. Anche in questo caso si tratta di derivati del petrolio, pericolosi soprattutto se ingeriti. No quindi a cosmetici sintetici per labbra che contengano petrolato, paraffina liquida, polysobutene e dimethicone, soprattutto se in alte quantità.

Il balsamo labbra ideale: attenzione al packaging del burrocacao

Come abbiamo detto, sono diversi i formati di burrocacao ad oggi reperibili in commercio. Lo stick è sicuramente quello più pratico, igienico e trasportabile. A riprova di ciò pensiamo ai cosmetici contenuti nei vasetti. Essi dovranno essere applicati con le dita, le quali potrebbero non essere perfettamente pulite. Il rischio di contaminazione, pur lavandosi spesso le mani, è quindi in questo caso sicuramente maggiore. Il vasetto contenente burrocacao fluido invece è poco pratico da utilizzare e comunque richiede per l’applicazione il supporto di un cotton fioc (ciò è vero tanto per ragioni di facilità d’uso quanto per motivi di igiene).

Lo stick non presenta nessuno di questi problemi e “non ha pretese”. Può essere utilizzato ovunque ed in qualsiasi momento senza temere di sporcare e di sporcarsi, è facile da trasportare e può essere applicato velocemente, anche senza guardarsi allo specchio. Sicuramente la soluzione ideale, no? Detto ciò, vediamo insieme qualche utile consiglio per gli acquisti.

1) Crazy Rumors Pumpkin Spice

Crazy Rumors Pumpkin Spice è un prodotto interamente naturale: nella sua ricetta non c’è traccia infatti di parabeni, siliconi, OGM, glutine, aromi sintetici e derivati del petrolio in genere. L’azienda americana che produce il cosmetico è del resto attivamente impegnata nella commercializzazione di articoli bio e vegani e questo burrocacao non fa di certo eccezione.

Nella ricetta del cosmetico sono contenuti soltanto ingredienti provenienti da agricoltura biologica, di altissima qualità e capaci di conquistare sin da subito grazie alle piacevolissime fragranze emanate. In questo caso è possibile anche scegliere il gusto del proprio burrocacao: in natura non mancano certo frutti e spezie da cui prendere spunto! Il sapore del cosmetico poi è molto piacevole, merito della stevia inclusa di default nella formulazione.

Volendo scendere più nel dettaglio diremo che nella ricetta sono presenti anche oli vegetali (macadamia, jojoba ed oliva), burro di karité ed un’alta concentrazione di vitamine afferenti ai gruppi A ed E. Se le prime sono sostanze emollienti ed idratanti, queste ultime agiscono invece come filtri naturali per i raggi UV.

Crazy Rumors Pumpkin Spice non unge, è facile da utilizzare, può essere applicato sulle labbra più di una volta al giorno, si assorbe rapidamente e non è testato sugli animali. La ricetta qui proposta è adatta inoltre anche a soddisfare le esigenze dei soggetti allergici. Ottimo è poi il rapporto qualità-prezzo vantato dal prodotto. Un difetto? Quello in esame è un balsamo ad uso quotidiano, poco adatto però ai climi particolarmente rigidi o a labbra già compromesse.

In sintesi:

adatto: ad un uso quotidiano e ai soggetti allergici

vantaggi: ricetta vegana, biologica e cruelty free, formulazione anallergica, ottimo rapporto qualità-prezzo, INCI di livello

svantaggi: poco adatto ai climi più freddi o a curare le labbra già visibilmente compromesse

2) Caudalie Lip Conditioner

Caudalie Lip Conditioner è un cosmetico composto perlopiù da ingredienti naturali. Nella formulazione di questo balsamo per le labbra, così come accade per l’INCI di tutti gli altri prodotti commercializzati dal noto brand francese, mancano del  tutto parabeni, ftalati ed oli minerali: non male, no? A farla da padroni sono invece i polifenoli contenuti nei vinaccioli dell’uva.

Queste sostanze, tra le altre cose, hanno il potere di proteggere la pelle da tutti gli agenti esterni che possano in qualche modo contribuire al suo invecchiamento precoce. Quello qui in esame è, per intenderci, il più potente elemento antiossidante presente in natura. Ma i vinaccioli non sono soltanto responsabili della giovinezza della cute e delle labbra: essi riparano la pelle secca e sono capaci di regalare benefici all’epidermide per un lungo lasso di tempo.

Come se ancora non bastasse poi, proteggono dall’azione degli agenti atmosferici e soprattutto dal sole e dalle possibili scottature. I polifenoli inoltre sono, per definizione, ricchi di vitamina E. Quest’ultima è a sua volta utile a prevenire la formazione delle rughe, a contrastare la perdita di elasticità dei tessuti ed ad opporsi all’azione dei radicali liberi.

Caudalie Lip Conditioner vanta poi una texture davvero molto delicata, è semplice da utilizzare, profumatissimo ed altamente idratante. Il burrocacao qui in esame può essere utilizzato tanto in solitaria quanto come base per il make-up (sul nostro balsamo attecchiscono tranquillamente infatti sia il primer che il rossetto). Ottimo è infine il rapporto qualità-prezzo vantato da questo articolo.

In sintesi:

adatto a: tutti

vantaggi: ottimo rapporto qualità-prezzo, INCI di buona qualità, azione anti-età, possibilità di utilizzare il burrocacao come base per il trucco, profumazione gradevole

svantaggi: niente da segnalare

3) Elizabeth Arden Lip Repair Balm

Elizabeth Arden Lip Repair Balm appartiene alla categoria dei prodotti in barattolo. La sua qualità è a dir poco eccezionale: il cosmetico in esame è in grado infatti di proteggere le labbra dall’azione di tutti gli agenti climatici possibili ed immaginabili, di idratare e di nutrire la pelle. I suoi effetti benefici sulla cute sono apprezzabili per un lungo lasso di tempo. C’è poi da dire che, una volta applicato, questo burrocacao esalta la brillantezza delle labbra e lascia addosso una piacevole sensazione di freschezza. Il nostro balsamo è inoltre molto profumato (sa un po’ di eucalipto), il che non guasta.

Se ne consiglia l’uso soprattutto in estate, vista anche la presenza nella formulazione di alcuni filtri solari. Ed a proposito di formulazione: gli ingredienti  utilizzati in percentuale maggiore sono tutti naturali. Si tratta nello specifico dell’immancabile burro di karité, ricchissimo di vitamine A, E ed F, ma anche di cera d’api, burro di palma, miele ed acidi grassi. Queste sostanze agiscono idratando e rendendo elastica la pelle, formando sulle labbra una patina protettiva, limitando la secchezza cutanea e proteggendo l’epidermide.

Elizabeth Arden Lip Repair Balm non è però un prodotto bio. Tuttavia il suo INCI è sicuramente qualitativo, capace di rigenerare la pelle, di rallentare il processo di invecchiamento cutaneo e di fare del cosmetico un’ottima base per il make-up. Esso può essere utilizzato tutto l’anno, nutre ed illumina sotto il trucco, si comporta da maschera di bellezza se adoperato in solitaria. Uno svantaggio? Il prezzo un po’ altino.

In sintesi:

adatto a: tutti i tipi di pelle, a tutte le stagioni

vantaggi: INCI di buon livello, prodotto multifunzione, utilizzabile anche come base per il trucco

svantaggi: prezzo, presenza nell’INCI di piccole quantità di sostanze sintetiche

4) Weleda Skin Food Lip Butter

Weleda Skin Food Lip Butter è un prodotto made in Swisse. L’azienda che si occupa di commercializzare l’articolo è da tempo impegnata nella creazione di cosmetici che sfruttino soltanto principi attivi naturali. La formulazione del prodotto è quindi biologica; gli ingredienti sono infatti ricavati da coltivazioni biodinamiche in cui non vengono mai utilizzati pesticidi o prodotti chimici in genere. Nella ricetta inoltre non è prevista la presenza di oli minerali né tanto meno di ingredienti sintetici.

Il burrocacao qui in esame è pensato per nutrire a fondo, riparare e proteggere le labbra secche e/o visibilmente screpolate, nonché le pelli sensibili. A compiere la magia sono in questo caso gli estratti floreali ed in particolare gli estratti di camomilla, di violetta e di calendula. A questi ingredienti comunque si è pensato di aggiungere della cera d’api, utile a proteggere e rendere giovani e luminose le labbra. L’olio di girasole invece agisce idratando la pelle, mentre il rosmarino ha un blando effetto anti-età. Ma non è ancora tutto. Il sapiente mix di ingredienti qui contenuti serve anche a cicatrizzare la pelle, a lenire il dolore delle sue ferite e ad agire da antisettico, antibatterico ed antinfiammatorio naturale.

Weleda Skin Food Lip Butter si caratterizza per la sua texture molto cremosa. Una volta applicato, sembrerà quasi di aver indossato un lucidalabbra dato che conferisce alla pelle una particolare luminosità. Non può però essere utilizzato come base per il trucco perché un po’ troppo burroso. Ottimo è infine il rapporto qualità-prezzo vantato dal prodotto.

In sintesi:

adatto a: tutti, labbra particolarmente screpolate, pelli sensibili

vantaggi: INCI del tutto bio, prodotto multifunzione, ottimo rapporto qualità-prezzo, efficacia indiscussa

svantaggi: non utilizzabile come base per il trucco, tende a dare alle labbra un aspetto molto lucido

5) Uriage Bariederm Cica-Lèvres Baume Protecteur

Uriage Bariederm Cica-Lèvres Baume Protecteur è un prodotto ancora poco conosciuto in Italia. Il cosmetico, molto apprezzato in patria (Francia), deve il suo nome ad una sorgente di acqua termale del posto. Quest’acqua, che scorre tra le rocce, è ricchissima di minerali ed oligoelementi utili in ambito cosmetico.

Bariederm è invece una linea specifica di prodotti per il corpo pensati per isolare e riparare la cute fragile o danneggiata. Non è un caso che i cosmetici appartenenti a questa linea vengano spesso prescritti dai dermatologi ai soggetti affetti da dermatiti, ragadi e problemi cutanei in genere. Quello qui in esame è un balsamo capace di produrre sulle labbra un film sottile che isoli la pelle dandole modo e tempo di ripararsi.

Ben si adatta all’uso su labbra secche e rovinate, soggette anche a lesioni piuttosto gravi. In questo caso la texture è particolarmente corposa, ma comunque caratterizzata dal rapido assorbimento. Il prodotto idrata e nutre, illumina e lenisce dolori o fastidi di qualsiasi intensità, può essere utilizzato sia in estate che in inverno.

La composizione di Uriage Bariederm Cica-Lèvres Baume Protecteur si basa innanzitutto sull’uso di Poly-2P, ossia due polimeri che isolano e riparano la cute. Ci sono poi i fitosqualani, utili a prevenire la secchezza ed a rendere tonica la pelle. I fitosteroli invece nutrono la cute ed alleviano il rossore, limitano i processi di disidratazione, innalzano le difese dell’epidermide. Ottimo è infine il rapporto qualità-prezzo vantato dal prodotto, purtroppo però la sua formula contiene anche paraffine e dimethicone.

In sintesi:

adatto a: tutti, labbra particolarmente danneggiate, soggetti dermatologicamente fragili

vantaggi: rapido assorbimento, efficacia anche in situazioni critiche, prodotto medico, ottimo rapporto qualità-prezzo

svantaggi: INCI migliorabile

6) Avene Cold Cream Steak

Concludiamo questa nostra carrellata di consigli per gli acquisti con Avene Cold Cream Steak. Ancora una volta abbiamo a che fare con un brand francese. Tale brand è da tempo attivo nella cura di svariante patologie dermatologiche dato che i cosmetici commercializzati vengono in parte lavorati utilizzando le acque termali che sgorgano nelle immediate vicinanze dei laboratori.

Il burrocacao qui in esame nutre, idrata e protegge la pelle delle labbra da agenti climatici e fattori di stress. L’acqua termale Avene, contenuta nella formulazione, è ricchissima di sali minerali, ma anche di sucralfato, una sostanza che funge da principio attivo e lavora stimolando la pelle a riparare danni e ferite. La stessa sostanza inoltre vanta comprovate proprietà antisettiche.

A nutrire la cute invece ci pensano stavolta acqua e grassi. Tra essi possiamo citare sia la cera d’api che la gettonatissima glicerina vegetale. Questi due elementi agiscono formando sulle labbra una sorta di film protettivo, utile soprattutto alle pelli secche per mantenere il giusto livello di idratazione e quindi per guarire velocemente.

Avene Cold Cream Steak può essere utilizzato sia in estate che in inverno. Ben si presta poi a soddisfare le esigenze delle pelli secche e normali. Il suo INCI è tendenzialmente molto naturale anche se sono presenti nella formulazione piccole quantità di parabeni e di titanio, elementi che purtroppo non possono essere definiti salutari o raccomandabili. Davvero ottimo è infine il rapporto qualità-prezzo vantato da questo burrocacao.

In sintesi:

adatto a: pelli normali e secche

vantaggi: ottimo rapporto qualità-prezzo, INCI tendenzialmente naturale

svantaggi: presenza nella formulazione di parabeni e titanio

 

Lascia un commento