Home » Cura del viso » Crema antirughe efficace: INCI migliori del 2021e prodotti top

Crema antirughe efficace: INCI migliori del 2021e prodotti top

Ad un certo punto della vita di una donna arriva il momento di scegliere una crema antirughe. Il tempo infatti passa velocemente e sul volto, volente o nolente, inizia a lasciare i segni del suo scorrere inesorabile. In genere i primi approcci sono fallimentari: si prova un prodotto, non si riscontrano risultati utili nel (relativamente) breve termine e si passa ad altro. Ci si lascia quindi guidare dall’esperienza delle amiche o delle parenti e si acquista la loro stessa miracolosa crema, ma niente da fare. E intanto, tentativo dopo tentativo, è volato via un patrimonio, regolarmente versato alla farmacia o al negozio dedicato in cui si è soliti comprare i cosmetici. Ti riconosci in questo quadretto? Vuoi sapere cosa non ha funzionato?

Beh, probabilmente non sei stata costante né tanto meno tempestiva nell’uso della tua crema antirughe. In molte credono infatti che questo genere di prodotto vada acquistato una volta superata una certa età o alla comparsa delle prime zampe di gallina. Sbagliato. La pelle del nostro viso, anche se in maniera appena appena accennata, inizia a deteriorarsi, per così dire, già intorno ai 20 anni. Per questo sarebbe importante cominciare ad utilizzare la crema antirughe in giovane età, avvalendosene come se fosse una crema viso da notte o da giorno. In questo modo si rallenterà sensibilmente il processo di invecchiamento cutaneo.

Ciò ci porta dritti ad un’altra questione: esistono creme antirughe specifiche per ogni fascia d’età ed è sbagliato acquistare prodotti a caso o utilizzare gli stessi cosmetici delle altre donne di casa. Ci sono poi dei prodotti pensati per avere una resa immediata (gli effetto lifting) ed antri che invece agiscono lentamente (effetto anti-age ed antiossidante). Insomma: scegliere una crema antirughe non è un affare semplice: bisogna documentarsi e soprattutto capire di cosa, nello specifico, abbia bisogno la pelle. Per fortuna ci siamo noi: nelle prossime righe ti “istruiremo” a dovere e ti daremo anche qualche consiglio per gli acquisti.

Cosmesi: la crema antirughe perfetta ed i suoi ingredienti segreti

Primo trucchetto: mai comprare una crema antirughe senza aver letto con attenzione l’etichetta riportante l’INCI. L’INCI, come magari saprai già, altro non è che la lista completa degli ingredienti utilizzati per dar vita al prodotto. Ciascuno dei suddetti ingredienti occupa una posizione più o meno alta nell’elenco; tutto dipende dalle percentuali in cui è presente nel composto.

Se, tanto per fare un esempio, l’etichetta dovesse esordire con la voce “Acqua”, vuol dire che il cosmetico che stai esaminando si compone soprattutto di questo elemento. Chiaramente a fare di una crema antirughe un prodotto più o meno efficace non sono soltanto gli ingredienti, ma anche le loro proporzioni.

L’importante è quindi capire quali siano quelli che facciano la differenza ed, almeno orientativamente, che posizione dovrebbero occupare nell’INCI. Premesso che non esiste al mondo una crema antirughe miracolosa, ti consigliamo di controllare sempre che nel tuo futuro acquisto siano presenti gli ingredienti elencati in calce.

Vitamina A o retinolo

Quando si parla di crema antirughe la vitamina A, detta anche retinolo, è un ingrediente molto importante. Questa sostanza infatti agisce agevolando il processo di rinnovo cellulare, stimolando gli organuli preposti alla produzione di collagene e lavorando per rendere sempre più uniforme il colorito della pelle. Inoltre aiuta ad appiattire e rimpolpare le rughe e nasconde in parte le macchie cutanee (tanto quelle causate dal tempo quanto quelle derivate da una cattiva esposizione al sole). Pensa che guarisce addirittura delle piccole cicatrici!

Come puoi ben vedere quindi si tratta di un ingrediente fondamentale per il corretto funzionamento di una crema antirughe. Inoltre, questo ingrediente ben si adatta all’uso sulle pelli acneiche: magari se sei ancora molto giovane utilizzandola prenderai due piccioni con una fava! Attenzione però: se aspetti un bimbo, il retinolo potrebbe nuocere al feto. Non è un caso che molte creme antismagliature pensate per le donne incinte siano prive di questo ingrediente!

Collagene o collagene idrolizzato

Nelle creme antirughe è spesso presente il collagene nella sua forma pura o nella sua forma idrolizzata. Quest’ultima versione non si discosta poi tanto dall’altra: la differenza di base sta infatti in un accorciamento della catena peptidica dell’elemento, accorciamento che ovviamente avviene in laboratorio. Ma perché tanto disturbo?

Beh, semplicemente perché una catena peptidica più compatta ha un peso molecolare meno importante e viene quindi assorbita con facilità dagli strati più profondi della pelle. Ciò aiuta la cute a produrre naturalmente nuovo collagene ed a rinnovarsi di continuo, rimanendo sempre giovane e ben levigata.

Un grande must: l’acido ialuronico

Andando a caccia di una buona crema antirughe, ti imbatterai sicuramente in parecchi prodotti contenenti acido ialuronico. Questa molecola, del tutto naturale, vanta la singolare proprietà di riuscire ad assorbire liquidi in una quantità che supera di migliaia di volte il suo peso in acqua. Ciò significa che, una volta presente sulla pelle, l’acido ialuronico trattiene quel sottile strato di umidità normalmente posto a copertura del derma.

In questo modo la cute si mantiene ben idratata e la pelle evita di seccarsi e raggrinzirsi, anzi, acquisisce luminosità, vigore e freschezza giovanile. Inoltre questa proprietà fa sì che gli esiti irritanti prodotti da alcuni degli ingredienti normalmente utilizzati nelle formulazioni dei cosmetici anti-age vengano subito neutralizzati. Un dettaglio: l’acido ialuronico, dicevamo, è un elemento naturale, già presente di default nella pelle. Con il tempo però il corpo, guarda caso, tende a produrne sempre meno.

Dalla frutta con furore: gli AHA o alfa-idrossiacidi

Gli alfa-idrossiacidi (AHA) così come i beta-idrossiacidi (BHA), sono degli elementi di derivazione naturale. In realtà si tratta di acidi molto presenti nella frutta, ma anche nel latte ed addirittura nella canna da zucchero. Degli AHA fanno parte l’acido glicolico e l’acido lattico, elementi capaci di farsi strada nella cute fino a raggiungerne gli strati più profondi. Proprio queste due tipologie di AHA, in virtù della qualità appena descritta, sono i più utilizzati nella formulazione della crema antirughe standard.

Ma perché gli AHA ed i BHA dovrebbero tornare utili alla nostra causa? Beh, sicuramente perché lavorano tanto in superficie quanto negli strati più profondi della pelle. Nel primo caso producono sul corpo un effetto esfoliante, eliminano cioè dall’epidermide le cellule morte prodotte quotidianamente dall’organismo. Nel secondo invece sono utili, ancora una volta, ad incrementare la produzione di collagene, conferendo alla cute un aspetto radioso, tonicità e levigatezza.

Non solo contro i mali di stagione: la vitamina C

Tutti noi conosciamo l’indiscussa utilità della vitamina C. Il suo campo di applicazione, almeno per i meno esperti in materia, si limita però alla prevenzione dei malanni stagionali. Indubbiamente questa sostanza ha una certa utilità in tal senso, ma è molto apprezzata anche da chi si intende di cosmetica. Ciò perché, tra le sue tante caratteristiche, c’è quella di fungere da antiossidante.

Una volta sulla pelle perciò la vitamina C agisce schiarendo, in alcuni casi addirittura eliminando, le macchie cutanee che compaiono con il passare del tempo o per via di una prolungata esposizione imprudente ai raggi UV. Tra l’altro tale sostanza, spesso presente nell’INCI in qualità di acido ascorbico, rende più tonica la pelle stimolando il corpo a produrre maggiori quantitativi di elastina.

Un altro antiossidante: la vitamina E

Anche la vitamina E funge essenzialmente da antiossidante. Spesso viene combinata con la vitamina C in modo da dar vita ad una blanda protezione solare. I raggi UV, se mal goduti, possono infatti contribuire ad invecchiare precocemente la pelle. Ma non è tutto. Questa combo micidiale ostacola l’azione dei radicali liberi.

Tali molecole, decisamente instabili, sono responsabili dell’invecchiamento organico e cutaneo nonché di tutta una serie di danni più o meno gravi a carico delle nostre cellule. La vitamina E però ha anche molte altre funzioni. Può infatti ammorbidire eventuali segni e cicatrici, ma anche idratare e lenire. Non è raro che, per queste sue proprietà, venga associata al retinolo.

Gli amminoacidi più utili: i peptidi

Abbiamo quindi i peptidi. Questi elementi sono in realtà degli speciali amminoacidi la cui funzione principale è quella di dare alla pelle degli ordini ben precisi circa le proteine da produrre quotidianamente. I peptidi contenuti nella crema antirughe hanno ovviamente il compito di stimolare la produzione del collagene in modo da rassodare e mantenere giovane la pelle.

Giocare d’anticipo, utilizzando una crema anti-age adatta alla propria età, significa allontanare considerevolmente il momento in cui appariranno i primi solchi. Nei casi in cui non si è giocato d’anticipo però sarà comunque possibile, grazie ai peptidi, attenuare le rughe ormai presenti sul volto o sul décolleté.

I ceramidi (lipidi buoni)

Nella tua crema antirughe non devono mai mancare i ceramidi. Si tratta di lipidi, ossia di grassi, buoni. Di solito queste sostanze sono già naturalmente presenti nella pelle, anzi, costituiscono un buon 50% della sua struttura. Si tratta quindi di elementi molto importanti il cui scopo ultimo è quello di tenere insieme le cellule che compongono la cute.

Inoltre, grazie ad essi, il derma viene avvolto in uno strato protettivo invisibile. Tale strato protettivo mantiene sulla cute, in una condizione ideale ovviamente, il giusto tasso di umidità e protegge la pelle da tutti quegli elementi che possano alternarne gli equilibri o danneggiarne la struttura (agenti climatici, inquinamento, ecc.).

Purtroppo però, anche in questo caso, la solfa si ripete: man mano che cresciamo ed invecchiamo il nostro corpo produce un quantitativo minore di ceramidi. Nel tempo si arriverà al 30% in meno rispetto alla produzione originaria. Le conseguenze? Beh, le solite: secchezza cutanea, rughe, rossori, disidratazione ed irritazioni varie. Da qui l’importanza di arricchire un cosmetico anti-età con una massiccia dose di ceramidi: la pelle tornerà ad essere protetta dai fattori di stress ambientale ed in più recupererà idratazione, tonicità e levigatezza. E le rughe? Beh, le rughe diventeranno giocoforza meno visibili.

La bava di lumaca

Magari l’idea potrebbe farti un po’ senso, ma mettere in faccia della bava di lumaca ti cambierà la vita. Questo ingrediente è utilizzatissimo in cosmetica, soprattutto nell’ambito della produzione delle creme antirughe, anti acne, curative di cicatrici ed infezioni, schiarenti ed antismagliature. Ciò perché la bava di lumaca, che ad essere precisi è un mix di sostanze benefiche per il corpo, è un principio attivo di valore inestimabile.

Essa si compone quasi di tutti gli ingredienti visti sinora: dalle vitamine al collagene, dai peptidi all’acido glicolico. A questi si aggiungono l’allantoina, l’elastina ed alcune proteine. L’allantoina, ci pare il caso di puntualizzarlo, è un elemento utile per ricostruire e rinnovare l’apparato cellulare. Tale sostanza, tra l’altro, protegge dalle irritazioni da cattiva esposizione solare e può eliminare delle macchie cutanee.

Ed infine il burro di karité

In ultimo abbiamo il burro di karité (shea butter), una sostanza dall’innegabile potere antinfiammatorio e capace di garantire effetti cicatrizzanti ed emollienti, nonché di agire contro lo scorrere del tempo. L’elemento in esame, crea sulla pelle una barriera protettiva e riparatrice. In poche parole la sostanza agisce trattenendo l’umidità cutanea, idratando la pelle, combattendo lo stress ossidativo ed aiutando le cellule a riprodursi regolarmente in modo da mantenersi giovani ed elastiche.

1) Filorga Time Filler – Time Filler Mat

Filorga Time Filler e Filorga Time Filler Mat sono due delle migliori creme antirughe in cui tu possa imbatterti. Abbiamo deciso di metterle insieme in questo paragrafetto perché si tratta di prodotti molto simili, la cui formulazione cambia di quel tanto che basta per potere assecondare rispettivamente le esigenze di utenti con pelli miste/secche o con pelli grasse.

Nel dettaglio questo significa che la versione Mat si compone di un numero ridotto di oli essenziali ai quali sono stati preferiti alcuni silicati, necessari per rendere le pelli grasse un po’ meno lucide ed un po’ meno unte. Tanto l’uno quanto l’altro prodotto poi vedono nell’imperata cylindrica il loro principio attivo idratante per eccellenza. Non ti fare spaventare dai paroloni: si tratta di un estratto vegetale. Questo ingrediente è in grado di assicurare un effetto idratante parecchio durevole. Contenuto in una percentuale pari ad appena il 2%, esso può aumentare il livello di idratazione della tua cute di un buon 45%. Insomma: mica male, no?

Nell’INCI di entrambe le formulazioni sono poi presenti i nostri cari peptidi. Alcuni di essi sono utili a rimpolpare e levigare l’epidermide, altri ad impedire il rilassamento muscolare e quindi formazione e persistenza delle rughe. Filorga Time Filler e Filorga Time Filler Mat, se proprio vogliamo essere onesti, non sono dei veri filler. Tuttavia, in un paio di mesi di utilizzo disciplinato e regolare, i risultati saranno più che visibili. Insomma: ottimi acquisti (soprattutto per le over 40), meravigliosi idratanti e stupefacenti antirughe. Peccato per il prezzo.

In sintesi:

adatto a: over 40 con pelle secca o mista (Time Filler) oppure ad over 40 con pelle grassa (Time Filler Mat)

vantaggi: altissimo potere idratante, lunga efficacia, azione levigante e rimpolpante, effetti visibili nell’arco di un paio di mesi di utilizzo

svantaggi: prezzo

2) Satin Natural Bio

Satin Natural Bio è un prodotto di un certo livello, uno di quei cosmetici che difficilmente può deludere chi decide di testarlo. Si tratta però di un siero e non di una crema. La sua texture, proprio per questo motivo, sarà meno corposa rispetto alle tue aspettative, più liquida se confrontata con quella di una crema standard. Ciò non significa di sicuro che il prodotto sia meno utile alla tua causa, anzi: rimpolpa, nutre, idrata e stimola la produzione di acido ialuronico. Nell’INCI quest’elemento è contenuto nei suoi tre diversi pesi molecolari. Il principio attivo, proprio per questo motivo, riesce a penetrare efficacemente tutti gli strati cutanei garantendo risultati davvero impeccabili.

Nella ricetta sono poi inclusi alcuni estratti vegetali, tra cui quelli di aloe vera e rosmarino. Si aggiungono quindi alla lista l’alga spirulina e l’acqua di rose, utili a nutrire ed idratare a fondo la cute, ma anche alcuni AHA. Nel complesso l’INCI di questo prodotto può dirsi quindi di ottima qualità, interamente composto da ingredienti naturali, biologici e cruelty-free. Nella formula non c’è traccia infatti di parabeni e solfati, di prodotti derivanti da plastica o petrolio.

Satin Natural Bio può essere utilizzato su tutti i tipi di pelle, sia dagli uomini che dalle donne. Il prodotto è venduto in un flacone con dosatore dal caratteristico colore scuro, utile a schermare la boccetta dall’azione ossidante della luce. Ottimo è infine il rapporto qualità-prezzo vantato dal cosmetico. Un difetto del nostro siero? I primi benefici saranno visibili sul lungo tempo.

In sintesi:

adatto a: tutti i tipi di pelle, uomini e donne

vantaggi: INCI di altissimo livello ed interamente biologico, formulazione cruelty-free, azione rimpolpante, nutritiva, idratante e stimolante, ricetta contenente acido ialuronico puro a tre diversi pesi molecolari, confezione capace di prevenire l’ossidazione del siero, presenza di un tappo dosatore, ottimo rapporto qualità-prezzo

svantaggi: azione lenta

3) Collistar Attivi Puri

Vuoi allargare i tuoi orizzonti e scoprire altri prodotti che possano tornare utili alla tua causa? Prova Collistar Attivi Puri. Anche stavolta abbiamo a che fare però con un siero. Sì, siero non è sinonimo di crema, ma se appartieni alla categoria delle utenti in perenne lotta con i fastidi procurati dalla pelle grassa o mista, sarai felice di poter ricorrere ad un prodotto capace di garantirti tutti i benefici che ti aspetteresti da una normale crema antirughe, ma che non unge o, quanto meno, non pone in risalto gli aspetti più antiestetici legati tradizionalmente ad una pelle grassa come la tua. Le creme infatti spesso ungono ed in più rendono maggiormente visibile il lucido che il sebo produce sulla cute.

Il nostro siero si compone per la maggior parte di acido ialuronico a tre pesi molecolari. Questo, come già sai, significa che l’efficacissimo principio attivo qui citato sarà in grado di penetrare tutti gli strati della pelle e quindi di garantirti dei risultati veramente validi. L’azione del cosmetico sarà quella di idratare senza ungere, di elasticizzare e tonificare, oltre che (ovviamente), di distendere la pelle.

Collistar Attivi Puri si caratterizza per un INCI di livello in cui è presente, oltre all’acido ialuronico, un nutrito stuolo di estratti vegetali. Nella formulazione però è incluso, sebbene in minima parte, anche un conservante sintetico: l’hexanediol. Dobbiamo dire purtroppo poi che il rapporto quantità-prezzo in questo caso non è dei migliori. Tuttavia la qualità del prodotto è eccellente e non si discute.

In sintesi:

adatto a: pelli grasse e miste

vantaggi: buon INCI, texture leggera che attenua l’effetto lucido tipico delle pelli grasse, non unge, formulazione contenente acido ialuronico a tre pesi molecolari, funzione idratante, elasticizzante, tonificante ed anti-age

svantaggi: presenza nella formula di piccolissime quantità di conservanti sintetici, rapporto quantità-prezzo da rivedere

4) Clarins Multi Active Giorno

Sei una fedelissima della crema antirughe ma odi sentirti impiastricciata dopo ogni utilizzo? Scegli Clarins Multi Active Giorno. La sua texture è leggerissima, quasi impalpabile e, soprattutto nei giorni più caldi, può renderti l’uso del prodotto molto più semplice e gradevole. La nostra proposta ben si adatta alle esigenze delle pelli miste, grasse e normali, si assorbe rapidamente e può addirittura fungere da base per il make-up.

Certo, se sei un’esperta di cosmetica avrai già capito che questa crema non ha un INCI naturale. I prodotti biologici tendono infatti ad avere una texture abbastanza pesante, non fosse altro che per l’inclusione nella loro ricetta di parecchi oli e di altrettanti burri che, immancabilmente, rendono l’articolo più unto e meno facile da assorbire. In ogni caso non è detto che un prodotto a formulazione non del tutto biologica sia da buttare via, non è questo il caso almeno.

Nella ricetta della crema antirughe qui in esame sono inclusi molti antiossidanti vegetali, come per esempio gli estratti di cardo ed ebano, che  agiscono nutrendo la pelle. Ci sono poi dei derivati del cocco, glicerina e burro di karité, nonché vari peptidi utili a stimolare la produzione di collagene. Nella formula sono comunque presenti anche dei siliconi inerti. Clarins Multi Active Giorno è molto traspirante, idrata ed illumina, attenua senza grossi problemi le prime rughe che appaiono sul volto ed è quindi più che altro adatta alle under 40. Ottimo è anche il suo profumo, un po’ meno il suo prezzo.

In sintesi:

adatta a: utenti under 40, pelli miste, normali e grasse

vantaggi: texture molto leggera, rapido assorbimento, possibilità di utilizzare il cosmetico come base per il make-up, effetto nutritivo e stimolante, ottima profumazione

svantaggi: prezzo, presenza nell’INCI di qualche elemento non naturale

5) Bioluma Crema Viso alla Bava di Lumaca

Bioluma Crema Viso alla Bava di Lumaca è un prodotto che torna utile in parecchie circostanze e che, nel caso specifico, possiamo anche ritenere un valido cosmetico anti-età. Il suo INCI è estremamente naturale, del tutto biologico. Sono infatti inclusi nella ricetta la bava di lumaca (non era difficile immaginarlo!), l’immancabile acido ialuronico, il collagene, alcuni peptidi aventi spiccata funzione antiossidante, la vitamina E, gli AHA, gli estratti vegetali di camomilla e scutellaria nonché diversi oli (di cotone, di argan, di riso, di carota, di lavanda e di crusca). Si tratta insomma di una formula estremamente delicata, ma non per questo poco efficace, adatta a tutti i tipi di pelle ed a tutte le età.

L’azione del cosmetico è quella di idratare e nutrire, ma anche di bloccare gli effetti del tempo. L’azienda produttrice, peraltro italiana, garantisce la provenienza da allevamenti responsabili della bava di lumaca utilizzata per realizzare il suo prodotto. Ciò ci lascia pensare quindi che nessun animale sia stato maltrattato per agevolare l’estrazione del prezioso fluido.

Quello qui in esame è poi un articolo dermatologicamente testato che è possibile utilizzare praticamente su tutto il corpo (e quindi non soltanto sul viso) per eliminare le rughe, lenire i rossori, combattere l’acne, ridurre le smagliature e rendere meno visibili le cicatrici. Si consiglia però di adoperarlo principalmente la notte dato che la consistenza del cosmetico è abbastanza burrosa. Bioluma Crema Viso alla Bava di Lumaca è in sintesi un ottimo acquisto, non molto economico, ma sicuramente valido.

In sintesi:

adatto a: tutte le età ed a tutti i tipi di pelle

vantaggi: INCI del tutto naturale e biologico, possibilità di utilizzare il cosmetico su tutto il corpo, articolo dermatologicamente testato, prodotto cruelty-free, azione idratante, nutritiva, anti-età, efficacia contro rughe, smagliature, acne e cicatrici

svantaggi: prezzo, consistenza un po’ burrosa

6)  Elizabeth Arden Advanced Ceramide

L’ultimo consiglio di oggi? Elizabeth Arden Advanced Ceramide! Ancora una volta non abbiamo resistito alla tentazione di proporti un siero-gel con effetto anti-età. Si tratta di un prodotto che spicca sui competitors per l’intelligenza con cui è stato concepito. Tanto per cominciare la dose da utilizzare ad ogni applicazione è rinchiusa in una capsula protettiva.

In questo modo gli ingredienti qui contenuti, fortemente soggetti al deterioramento una volta entrati in contatto con l’aria, si conserveranno freschi sino al momento dell’impatto con la tua pelle. Bisogna dire poi che tutte queste sferette dorate affastellate dentro una boccetta trasparente (ma in questo caso non nociva al prodotto) creano un piacevole effetto estetico.

L’importante però è la sostanza ed il nostro siero ne ha da vendere. Il suo INCI è validissimo e si compone, oltre che di svariati antiossidanti, di retinolo, AHA, ceramidi ed estratti vegetali. Ad ogni applicazione la pelle viene stimolata a rigenerarsi, appare più idratata e levigata. Certo, per poter apprezzare i primi risultati utili passerà del tempo, anche perché la casa produttrice ha cercato di adoperare una formula molto easy e quanto più possibile naturale (nonostante la presenza di parecchi siliconi inerti). Perché? Beh, per venire incontro alle esigenze delle pelli più sensibili.

Nonostante sia un siero, Elizabeth Arden Advanced Ceramide ha una consistenza un po’ pesante che rende più indicato l’utilizzo del prodotto in notturna. Del resto la velocità di assorbimento lascia in questo caso purtroppo un po’ a desiderare. Attenzione infine al prezzo: è tutto fuorché popolare.

In sintesi:

adatto a: pelli sensibili

vantaggi: confezione intelligente salva freschezza, INCI di qualità, buona presentazione del prodotto, efficacia garantita

svantaggi: prezzo, scarsa velocità di assorbimento, INCI non del tutto naturale

completo

Lascia un commento