Home » Cura del viso » Crema antirughe: le top per 50 anni e 60 anni

Crema antirughe: le top per 50 anni e 60 anni

Individuare una buona crema antirughe, a prescindere dalla fascia d’età di nostro interesse, non è mai una cosa semplice. Quando poi si vuole scegliere un prodotto pensato per le pelli mature, un cosmetico anti-age destinato magari ad un target che abbia raggiunto e superato i 50/60 anni d’età, la cosa diventa ancora più difficile.

La pelle, a quel punto della vita, non soltanto va incontro ad un normale processo di invecchiamento cutaneo, ma inizia anche a pagare lo scotto, per così dire, di anni ed anni di incuria derivante dall’adozione di cattive abitudini. Per questo motivo è importante scegliere una crema antirughe di buona qualità in primis, ma comunque adatta anche alle proprie specifiche esigenze. Ecco allora qualche consiglio utile.

Prevenire la nascita delle rughe

Cosa sono le rughe lo sappiamo tutti: si tratta di antiestetici solchi nella pelle messi lì a ricordarci che la gioventù è ormai un lontano ricordo. Queste linee più o meno sottili che interessano soprattutto le zone che d’abitudine più esponiamo al sole, quindi il volto, le braccia, le mani, il collo ed il décolleté, possono originarsi dall’interazione di diverse cause scatenanti. Esaminiamole nel dettaglio.

Le cause inevitabili

La prima causa scatenante è la più ovvia: l’avanzare dell’età. Invecchiare, nel caso della pelle, significa perdere elasticità e produrre meno collagene. La combinazione di questi due eventi fa sì che la cute, poco alla volta, ceda e perda tonicità. Attenzione: questo processo, contrariamente a quanto si potrebbe pensare, inizia già nel periodo post-adolescenziale. Dai 20 anni in poi infatti la cute produce annualmente l’1% di collagene in meno rispetto al passato!

Non bisogna dimenticarsi poi della genetica. L’invecchiamento cutaneo derivante dai geni è in assoluto il peggiore perché poco e niente è possibile fare per correggere le informazioni contenute nel DNA. Se in casa le rughe sono comparse sul volto di nonni, zii e genitori anzitempo è quindi probabile che la storia si ripeta. L’unica cosa da fare a quel punto è prendere coscienza della situazione e quindi reagire trattando bene la propria pelle: magari così si riuscirà a rallentare l’ineluttabile…

Infine attenzione alle espressioni facciali. Le cosiddette rughe d’espressione derivano proprio dall’abitudine di sollecitare con particolare insistenza alcune zone del volto. Ad ogni movimento dei muscoli, presto o tardi, corrisponderà una ruga. Ciò è vero soprattutto in età matura, quando la progressiva assenza di collagene ed elastina faranno sì che la pelle fatichi a ritrovare la forma piena.

Ora: è ovvio che il nostro volto nel corso della vita si atteggerà al riso ed al pianto, mostrerà segni di rabbia o inquietudine e così via. Tutto ciò è inevitabile e, d’altro canto, privare il viso della sua espressività sarebbe un grandissimo spreco. Evitiamo però la formazione di rughe dedicando qualche minuto della giornata alla ginnastica facciale. I risultati, agendo con costanza, saranno migliori di quanto si possa credere.

Le cattive abitudini

Un’altra causa del deterioramento cutaneo va ricercata invece in una cattiva esposizione al sole. Alcuni studi dermatologici hanno dimostrato che ad una certa età l’80% circa delle rughe presenti sul viso si è formato a seguito di una cattiva interazione con i raggi UV. Quest’abitudine, tra l’altro, genererebbe anche macchie scure, ridotta elasticità della pelle ed ingiallimento cutaneo. Se tali elementi sono presenti sul nostro viso anche in percentuali ridottissime, basta un 2% circa, il volto apparirà invecchiato di ben 3 anni!

Il fumo poi è un altro brutto vizio. Tra i tanti danni che arreca all’organismo c’è anche quello dermatologico. La sigaretta infatti restringe via via vene ed arterie facendo sì che il sangue arrivi con fatica ad irrorare la pelle. In breve tempo quest’ultima finirà così per perdere lucentezza e tonicità, idratazione ed ossigenazione. Il risultato? Rughe, tantissime rughe…

Crema antirughe: attenzione all’INCI ed alle recensioni online

Imparare a scegliere la crema antirughe che faccia al caso proprio è importante, importantissimo. Per questo motivo è consigliabile seguire alcune semplici linee guida prima di mettere boccette e flaconcini nel carrello e di presentarsi alla cassa. Ad esempio: impariamo a leggere le etichette. Non tutti prestano attenzione a quei nomi latineggianti stampati sull’adesivo che avvolge il barattolino di crema appena acquistato. Si tratta però di un grossissimo errore! Una buona crema antirughe è in genere riconoscibile per la presenza di un altissimo numero di ingredienti attivi. Come ci si può rendere conto se essi sono presenti o meno nella formulazione senza dedicare pochi secondi alla lettura dell’etichetta?

Sì, è vero, non tutti hanno la preparazione chimica, farmaceutica o cosmetica per capire quali siano gli ingredienti da preferire e quelli da scartare. Però è anche vero che ormai siamo tutti debitamente muniti di cellulare connesso alla rete: una ricerchina al volo e l’INCI dei cosmetici non avrà più segreti!

Ed a proposito di smartphone ed internet: prima di comprare qualcosa perché non dare una rapida scorsa alle recensioni presenti online? I rivenditori, per quanto animati da etica professionale, ai nostri occhi appariranno sempre più interessati a vendere che ad indicarci la retta via. Le recensioni rilasciate online da altri utenti come noi ci sembreranno invece un po’ più disinteressate.

Certo: ovviamente sarebbe meglio leggerle con un po’ di spirito critico, filtrando quindi le opinioni secondo criteri logici e razionali. Insomma: bollare negativamente una crema antirughe perché non ha tolto dal viso veri e propri solchi nell’arco di 3 giorni significa esprimere un giudizio poco attendibile, un giudizio da non ritenere molto affidabile. Di contro, esaltare una crema antirughe definendola magari miracolosa quando si hanno 30 anni e pochissimi segni sul viso potrebbe apparire un po’ esagerato. Attenzione perciò ai casi limite.

Scegliere la crema antirughe più adatta a sé

Per scegliere la crema antirughe più adatta a sé stessi però non basta leggere scrupolosamente l’INCI riportato sulla confezione o ascoltare i consigli di altri utenti come noi. Bisognerà anche tener conto infatti dell’obiettivo ultimo che si desidera raggiungere. Le formulazioni di questi cosmetici sono tra loro diverse non soltanto per una sorta di etica commerciale, ma anche perché, pur rientrando tutte nella categoria dei prodotti anti-age, le creme antirughe possono perseguire fini diversi. In commercio ci sono dei prodotti pensati infatti per levigare la pelle ma anche per nutrirla, altri liftanti, altri ancora perfetti per idratare, alcuni con azione mirata su labbra e contorno occhi, altri adatti a viso e décolleté e così via.

Sarà saggio inoltre tenere in considerazione anche il tipo di pelle a cui la crema antirughe è destinata. Siamo tutti d’accordo che tra i 50 ed i 60 anni si ha a che fare con una pelle ormai matura. Ma le pelli mature possono comunque  essere secche o grasse, miste o delicate. Infine sarà bene tenere conto di un ultimo particolare.

Alcune persone, magari per via di una predisposizione genetica o grazie ad uno stile di vita tendenzialmente sano, hanno la fortuna di poter sfoggiare una pelle giovane anche dopo aver visto molte primavere. Per non dare un calcio alla suddetta fortuna sarebbe meglio che anche loro curassero a dovere la pelle.

Uno degli errori più grandi che si possa fare infatti è quello di preoccuparsi della salute e della tonicità della cute quando è ormai troppo tardi, ossia quando inizia a mostrare inequivocabili segni di cedimento. Agire per tempo significa limitarsi ad utilizzare con regolarità una crema nutriente adatta al proprio tipo di pelle, pensata per nascondere piccole rughe o per prevenirle. Niente di impossibile, no? Detto ciò, ecco una selezione delle migliori creme antirughe ad oggi disponibili sul mercato. I nostri consigli per gli acquisti sono rivolti in questo caso ad utenti che abbiano raggiunto e/o superato la soglia dei 50/60 anni d’età.

1) Vichy Laboratoires Lifactiv Supreme

Vichy Laboratoires Lifactiv Supreme è un prodotto pensato per le pelli mature, adatto alle utenti che abbiano spento già 50 o più candeline sulla loro ultima torta di compleanno. A rendere speciale questa crema antirughe è la presenza nella sua formulazione di Rhamnose, ossia di una sostanza soltanto di recente ammessa a far parte della lista degli ingredienti cosmetici pro.

Gli studi di categoria hanno del resto dimostrato quanto essa sia utile a rallentare il processo di invecchiamento cutaneo. Tale sostanza è ad oggi ritenuta, non a caso, una delle più efficaci in assoluto nell’ambito della cosmetica anti-età. C’è da dire però che la letteratura scientifica prodotta sull’argomento ha una mole ancora abbastanza esigua, proprio per via del recente scoperta di questa sostanza.

Il Rhamnose è comunque coadiuvato nella sua azione da un ingrediente un po’ più convenzionale: il retinolo A. Anche questa molecola ha la funzione di distendere la pelle del viso eliminando o attenuando rughe più o meno profonde. Il prodotto, nell’insieme, agisce inoltre restituendo un po’ di tonicità alla cute. Per ottenere dei buoni risultati però è necessario utilizzare questa crema anti-age tutti i giorni inserendo quindi il trattamento nella propria beauty routine.

Vichy Laboratoires Lifactiv Supreme ha una texture molto cremosa ma comunque non unta. Tale consistenza ben si adatta soprattutto alle pelli secche. La sensazione che si prova utilizzando questa crema antirughe è quella di una piacevole freschezza cutanea. Il risultato finale è ottimo così come è ottimo il rapporto qualità-prezzo.

In sintesi:

adatta a: pelli mature e secche

vantaggi: non unge la pelle, buon rapporto qualità-prezzo

svantaggi: niente da segnalare

2) SkinXmed Anti Aging Cream

SkinXmed Anti Aging Cream è un prodotto made in Germany commercializzato da un’azienda leader nel settore (anche se poco conosciuta in Italia). La crema anti-età in esame si caratterizza per una ricetta ben congeniata, essenziale ma efficacissima. Il primo ingrediente incluso nella formulazione è il coenzima Q10, detto anche ubichinone. Si tratta di una molecola che stimola le cellule a produrre grosse quantità di collagene. Tale collagene, come tutti sappiamo, ha la funzione di distendere e rendere elastica la pelle dandole un aspetto decisamente più giovane.

Ma il coenzima Q10 non può fare tutto da solo. Ad esso si aggiunge perciò il pantenolo. Quest’ultimo stimola l’organismo a sintetizzare la vitamina B (B5) e viene quindi detto agente precursore. Il pantenolo serve ad innescare un processo che ha come fine ultimo quello di rigenerare le cellule cutanee, ancora una volta ringiovanendo il viso. Immancabili sono poi l’acido ialuronico, il burro di karité ed ovviamente la vitamina A, sostanze idratanti, leviganti e nutrienti.

SkinXmed Anti Aging Cream è innanzitutto una crema antirughe per pelli mature, ma stimola anche la microcircolazione sanguigna attenuando il gonfiore tipico di alcune zone del viso e restituendo luminosità al volto. Il prodotto non unge e si assorbe molto rapidamente, ben si adatta alle esigenze delle pelli miste, garantisce ottimi risultati, ma ha un prezzo un pelino alto. Certo, la boccetta con dispenser evita gli sprechi e garantisce un uso quotidiano del prodotto per mesi, ma non tutti sono disposti a spendere tanto per un flaconcino da 30 ml!

In sintesi:

adatta a: pelli mature miste

vantaggi: azione antirughe, attenuazione del gonfiore, recupero della luminosità cutanea, confezione anti-spreco con dispenser

svantaggi: prezzo

3) Rilastil Crema Anti-età Multirepair

Passiamo adesso a Rilastil Crema Anti-età Multirepair. Questo prodotto è destinato ad un’utenza che abbia raggiunto e superato i 60 anni d’età. Inoltre il cosmetico qui in esame è più che altro adatto ad un uso su pelli particolarmente secche. Non è un caso infatti che la texture di quest’ottima crema antirughe sia molto corposa, altamente idratante e ricca di elementi nutritivi quali l’immancabile burro di karité, coadiuvato da estratti vegetali (riso e girasole) ed arginina.

Tuttavia il principio attivo è da ricercarsi stavolta nella NutelineC. Si tratta di una molecola del tutto naturale, estratta dalle nocciole. L’azione della NutelineC è quella di stimolare i fibroblasti, organi cellulari tra le altre cose deputati alla produzione di collagene. Altri principi attivi sono rintracciabili poi in una lunga lista di estratti vegetali, nell’onnipresente acido ialuronico, nei ceramidi e nell’allantoina. La formulazione di Rilastil Crema Anti-età Multirepair purtroppo però è un po’ troppo chimica, soprattutto se si considera che agli ingredienti appena elencati si aggiungono i PEG. C’è da dire in ogni caso che tale crema antirughe offre anche una blanda protezione dai raggi UV.

Un appunto: piuttosto che nel solito barattolino l’azienda ha deciso di vendere il suo prodotto in un meno pratico “tubetto da pomata”. Si tratta di una scelta all’apparenza ingenua, ma in realtà ben ponderata: questo tipo di contenitore è quello più adatto infatti a preservare i principi attivi dal pericolo di ossidazione, mantenendo quindi la crema utile ed efficace fino all’ultima goccia. Ottimo è infine il rapporto qualità-quantità-prezzo.

In sintesi:

adatta a: pelli mature secche

vantaggi: ottimo rapporto qualità-prezzo, presenza nella formulazione di un blando filtro di protezione dai raggi UV, efficacia garantita

svantaggi: confezione in tubetto, presenza di PEG nella formulazione

4) Kanebo Sensai Re Contouring Lift Essence

Kanebo Sensai Re Contouring Lift Essence è un marchio asiatico di indiscusso valore. Contrariamente a quello che potrebbero pensare alcuni, la provenienza geografica di questo brand non è qualcosa che dovrebbe indurci a dubitare sulla qualità intrinseca del prodotto, anzi. Per chi non conoscesse il marchio infatti possiamo dire che è il diretto competitor di Shiseido, brand tra i più efficaci ed amati al mondo.

Detto ciò, valutiamo nel dettaglio le caratteristiche di questo cosmetico. Il siero in esame è pensato per soddisfare le esigenze di un’utenza che abbia ormai raggiunto e superato i 60 anni d’età. La sua funzione principale è quella di rimpolpare le rughe e di tendere la pelle del viso. Inoltre questo prodotto vanta un’azione liftante e rassodante.

La magia nasce da un sapiente mix di estratti vegetali che fungono da principi attivi. Tra essi citiamo innanzitutto l’estratto di caprifoglio (suikazura extract) che agisce direttamente sulle cellule rendendo più elastica la pelle. C’è poi la niacinamide, una molecola che rende visibilmente più sottili le rughe e che lavora sulla cute conferendole elasticità e luminosità. Tra l’altro questa molecola elimina dal viso anche le macchie scure.

Kanebo Sensai Re Contouring Lift Essence stimola la produzione di acido ialuronico, idrata la pelle e contribuisce a risanare piccole ferite superficiali. Come se non bastasse infine contrasta l’azione dei radicali liberi. Purtroppo però nella formulazione sono presenti anche dei conservanti sintetici che, sebbene sicuri per la pelle, sono ad oggi ritenuti molto inquinanti. Un neo? Il prezzo davvero alto del prodotto.

In sintesi:

adatto a: tutte le pelli mature

vantaggi: prodotto multifunzionale, ottimi risultati

svantaggi: presenza nella formulazione di conservanti sintetici inquinanti, prezzo davvero molto alto

5) Elizabeth Arden Youth Restoring Serum

Elizabeth Arden Youth Restoring Serum rientra senza dubbio nel gruppo dei prodotti anti-età d’élite. Del resto che quello qui in esame sia un articolo di lusso ci viene suggerito subito dalla confezione elegantemente dorata. All’interno di questa scatolina troviamo un flaconcino di vetro trasparente con riporti dorati in cui sono ingabbiate decine e decine di microcapsule. Eh sì, niente creme, niente sieri e niente gel a vista, ma soltanto delle originali microcapsule. All’interno di queste sferette, anch’esse dorate, è contenuto il nostro cosmetico che resta così protetto dall’ossidazione per lunghissimi lassi di tempo, garantendo all’utente la massima funzionalità del prodotto.

Ma passiamo alla formulazione di Elizabeth Arden Youth Restoring Serum. Si tratta di un prodotto basato essenzialmente sull’azione delle ceramidi, sostanze grasse naturalmente presenti nella pelle. Tali ceramidi hanno lo scopo di proteggere la cute dal rischio di disidratarsi e fanno da barriera tra il corpo e le sostanze inquinanti ormai presenti nell’aria. Le ceramidi sono importanti anche per rallentare il processo di invecchiamento cutaneo e, non a caso, la loro progressiva perdita durante l’età più matura coincide con un certo deterioramento della pelle. Da qui la necessità di “reintegrarle” sul viso mediante l’uso di creme e sieri.

Oltre alle ceramidi questo prodotto contiene anche l’immancabile Retinolo A, un antiossidante capace di contrastare l’azione dei radicali liberi e di dare nuovamente tonicità, luminosità ed elasticità alla pelle. La presenza di vitamina E infine fa sì che i risultati ottenuti durino nel tempo. Unico neo? Il prezzo, decisamente tutt’altro che popolare.

In sintesi:

adatta a: tutte le pelli mature

vantaggi: eleganza ed efficienza del packaging, azione sul breve e sul lungo termine

svantaggi: prezzo

6) Filorga Nutri Filler

Filorga Nutri Filler è un cosmetico made in France. Esso si compone soprattutto di altissime percentuali di acido ialuronico nonché di NCTF. L’acido ialuronico non ha bisogno di presentazioni: chiunque conosca un po’ la biologia e si intenda di cosmesi sa benissimo quanto questo composto naturale sia utile nella conservazione dell’elasticità e della tonicità della pelle. In poche parole l’acido ialuronico è per la cute una sorta di elisir di lunga giovinezza.

Ma l’NCTF? Beh, si tratta di una sostanza contenente un gran miscuglio di principi attivi anti-età. Tra questi principi attivi citiamo tutta una serie di estratti vegetali derivanti dalle alghe rosse, dai girasoli, dall’acacia, dall’argania e dalle mandorle a cui si aggiunge l’immancabile burro di karité. Questi ingredienti hanno proprietà antiossidanti, emollienti ed idratanti. Ma non è ancora tutto.

Nelle ricetta di Filorga Nutri Filler sono contenute anche molte ammine, sostanze capaci di promuovere la formazione di venuzze e capillari che irrorino di sangue le cellule, di rendere elastica la cute e di stimolare la produzione di collagene. Le stesse molecole inoltre possono rilassare notevolmente i muscoli. Nella formula sono comunque presenti anche dei siliconi, mancano all’appello però parabeni, profumi artificiali ed SLS.

Ottimo è infine il rapporto qualità-prezzo soprattutto se si considera che questo prodotto può non solo eliminare le rughe, ma addirittura prevenirne la formazione. Un difetto? La texture è un po’ troppo densa, ottima per le pelli secche sia di giorno che di notte, utilizzabile su altri tipi di pelle soltanto durante le ore notturne.

In sintesi:

adatta a: pelli mature secche per il giorno e la notte, qualunque altro tipo di pelle matura soltanto nelle ore notturne

vantaggi: ottimo rapporto qualità-prezzo, INCI di qualità

svantaggi: presenza nella formulazione di alcuni siliconi (comunque non ritenuti dannosi per la salute), texture molto densa

completo

Lascia un commento