Home » Cura del corpo » Crema mani: la scienza e l’INCI dei cosmetici top

Crema mani: la scienza e l’INCI dei cosmetici top

La crema mani dovrebbe occupare un posto fisso nello stipetto dei cosmetici. Ciò perché proprio le mani vengono puntualmente esposte ad un gran numero di situazioni critiche, capaci di danneggiare più o meno gravemente la pelle. Che si tratti del contatto diretto con i detersivi, ormai sempre meno delicati, con l’acqua fredda, con il gelo invernale e quant’altro, la cute finisce per riportare spesso dei danni, per irritarsi e quindi per seccare ed invecchiare precocemente.

Senza andare troppo lontano però lo stesso processo può ripetersi anche se si ha la semplice tendenza a lavarsi di continuo. La situazione ovviamente peggiora quando si è soliti trascurare la cura della propria bellezza e della propria salute. Da qui l’importanza di ricorrere regolarmente all’uso di una crema mani di buona qualità.

Certo, scegliere un cosmetico di livello è soltanto l’inizio. Sarà importante poi utilizzarlo correttamente e con costanza, fino a creare una vera e propria routine di bellezza. Ma non è ancora tutto. Sarebbe bene infatti prestare attenzione anche ad altri piccoli dettagli: magari accantonare l’uso di detersivi troppo aggressivi o maneggiarli soltanto se provvisti di guanti di gomma, prendere l’abitudine di proteggere adeguatamente le mani quando fuori inizia a fare davvero molto freddo e così via.

Insomma: ci si impegna tanto a curare la bellezza del volto acquistando solo ed esclusivamente le migliori creme viso disponibili in commercio e non si fa altrettanto per le mani. Perché? In entrambi i casi si tratta di zone particolarmente esposte, di veri e propri biglietti da visita. Del resto, anche se forse un po’ più occultabili agli sguardi indiscreti, la stessa sorte viene spesso riservata anche ai gomiti ed alle ginocchia, parti anatomiche la cui pelle viene statisticamente trascurata invecchiando precocemente.

Guida alla scelta della perfetta crema mani: individuare la migliore

La migliore crema mani è quella che soddisfa pienamente le esigenze di chi la acquista garantendo buoni risultati ed una certa qualità degli ingredienti. Bisogna poi vedere se si desidera comprare un cosmetico biologico, idratante, anti-age e via discorrendo, perché le opzioni sono veramente tante. Se dovessimo fare il nome di alcuni dei migliori prodotti attualmente reperibili sul mercato diremmo che lo scettro è conteso tra Nuxe NuXuriance Ultra e Shiseido Advanced Essential Energy.

Crema mani: scegliere il cosmetico adatto alle proprie esigenze

Dicevamo che una buona crema mani deve adattarsi alle esigenze di chi la utilizza. Ma come si fa a scegliere un cosmetico che da questo punto di vista abbia caratteristiche soddisfacenti? Beh, bisogna vedere quale sia l’obiettivo che si persegue. Si potrebbe aver bisogno, ad esempio, di assicurare alla pelle soltanto un po’ di idratazione, oppure ancora di idratare ed al contempo nutrire la cute.

In certi casi è necessario garantire alle mani un’adeguata protezione dai raggi UV, oppure stimolare la pelle a rigenerarsi in modo da risolvere fastidiose screpolature e persistenti irritazioni. Insomma: prima di mettere qualsiasi cosa nel carrello bisognerebbe sempre osservare con attenzione le proprie mani ed individuare l’obiettivo ultimo che si desidera ottenere.

Aggiungiamo poi un piccolo dettaglio da tenere sempre in considerazione: per quanto l’idratazione possa non essere l’obiettivo principale che si intende raggiungere, è sempre bene acquistare un prodotto che abbia delle buone proprietà emollienti. Una pelle secca infatti è tendenzialmente molto più esposta all’azione dei microorganismi patogeni e tende anche ad invecchiare precocemente.

Crema mani idratante: ecco come sceglierla

Che sul mercato esistano svariati tipi di crema mani è ormai assodato; ne parlavamo giusto qualche riga addietro. La maggior parte di questi prodotti trova nell’idratazione il suo fine ultimo o, quanto meno, uno degli obiettivi da garantire all’utenza. Scegliere quindi il cosmetico migliore diventa un po’ complicato visto l’assortimento in tal senso offerto dalle varie aziende produttrici.

Sebbene la tentazione sia forte, sarebbe meglio non lasciarsi convincere ad acquistare un prodotto soltanto in virtù del suo prezzo o del suo travolgente profumo: l’ideale sarebbe infatti soffermarsi a leggere l’INCI del cosmetico. Un buon articolo conterrà sempre oli essenziali, ma anche burri vegetali.

Nella composizione poi non mancheranno glicerina ed, in molti casi, dei conservanti sintetici (l’importante è che se proprio debbano essere inclusi nella formula siano presenti in piccolissime quantità. Ciò significa che occuperanno gli ultimi posti nella lista degli ingredienti riportata sulla confezione della crema mani).

Quanto è importante usare regolarmente la crema mani?

Utilizzare regolarmente una buona crema mani è, per svariate ragioni, importante, forse più di quanto si tenda a credere. Innanzitutto dobbiamo ancora una volta sottolineare che questa parte del corpo è statisticamente la più esposta a maltrattamenti e disidratazione. Non è un caso che proprio sulle mani si manifestino i primi segni del tempo che passa e che la pelle di questa zona anatomica finisca per invecchiare con maggiore rapidità. Una buona crema può riparare i danni che puntualmente si manifestano sulla parte ammorbidendo e curando la cute nonché restituendo alle mani quell’aspetto sano e giovane che tanto ci piace sfoggiare.

Crema mani: quali ingredienti cercare nell’INCI?

L’INCI di una crema mani che si rispetti si compone sempre di alcuni principi attivi ben conosciuti a chi si interessa di cosmetica. Nell’insieme possiamo individuare tre grandi categorie di ingredienti che non dovrebbero mai mancare in una buona formulazione: gli oli grassi essenziali, gli emollienti e gli estratti vegetali.

I primi rappresentano una vera e propria manna dal cielo per la pelle secca. La loro funzione è infatti quella di trattenere sulla cute un certo tasso di umidità, garantendo alle mani un’idratazione costante e prolungata nel tempo. Tra gli oli più diffusi in questo caso citiamo quelli di avocado, di argan e di mandorle dolci.

Passiamo adesso agli emollienti. Si tratta, non è difficile capirlo, degli ingredienti in assoluto più irrinunciabili della formulazione. In genere in questi casi si fa ricorso alla glicerina (vegetale o meno) e/o al glicole. La funzione di questi elementi è quella di evitare che l’acqua naturalmente presente sulla pelle evapori, anzi, grazie a loro il tasso di umidità registrato sulla cute dovrebbe addirittura aumentare. Ciò perché queste sostanze sono capaci di assorbire la suddetta umidità dall’aria che ci circonda e di bloccarla sulla pelle. Della categoria degli emollienti fanno parte anche alcuni siliconi, come per esempio il dimethicone, ingrediente gettonatissimo.

Gli estratti vegetali infine sono delle molecole biologiche, derivanti per l’appunto da piante e fiori. In genere si tratta di sostanze nutrienti, contraddistinte da ottime proprietà idratanti, a volte anche antiossidanti. Esse abbondano in vitamine e minerali, vantano frequentemente effetti anti-age, leniscono, proteggono e sono persino capaci, almeno in certi casi, di uccidere batteri ed organismi patogeni. Tra queste sostanze molto utile alla nostra causa potrebbe essere, tanto per fare un esempio, il burro di karité.

Mai sentito parlare di crema mani multitasking?

La crema mani multitasking è essenzialmente una crema mani capace di assolvere a parecchi compiti. La stessa formulazione insomma potrebbe ostacolare l’azione dei radicali liberi, idratare e rimpolpare la pelle. In più potrebbe essere capace anche di eliminare dalla cute macchie scure, di riparare ferite o di eseguire sull’epidermide uno scrub più o meno efficace.

Queste creme possono essere utilizzate su qualsiasi tipo di pelle o per porre rimedio a screpolature non semplici da gestire. Certo non si tratta di cosmetici pensati per ottenere un obiettivo ben specifico quindi in certi casi possono risultare un po’ deludenti. In linea di massima però riscuotono un discreto successo perché in poche e semplici mosse regalano un numero illimitato di benefici.

Gli ingredienti da evitare nella crema mani

Se è vero che ci sono alcuni ingredienti che devono necessariamente essere presenti nella formulazione di una buona crema mani, è anche vero che ce ne sono altri da evitare come la peste. Parliamo innanzitutto dei parabeni. Queste sostanze, spesso presenti nei cosmetici di bassa lega, vengono purtroppo assorbiti dalla pelle e, scoperta recente, aumentano il rischio di sviluppare il cancro al seno. Non è un caso che in molte biopsie eseguite proprio su tessuto sospetto rimosso dalle mammelle si sia trovata un’alta concentrazione di parabeni.

La situazione non migliora con i coloranti sintetici: sono in molti gli addetti ai lavori che sospettano un nesso tra l’utilizzo di questi ingredienti e lo sviluppo di tumori. Inoltre i coloranti sono sicuramente irritanti per la pelle e nei più piccoli possono provocare ADHD. Mai acquistare quindi un prodotto nel cui INCI siano presenti le sigle FD&C oppure D&C.

E che dire degli ftalati? Anche questi elementi sono pericolosissimi: connessi ancora una volta col il cancro al seno, possono contribuire anche a creare difetti sui feti. Passiamo adesso alla fragranza, ossia agli additivi profumanti. Molte volte questi additivi hanno origine chimica e non naturale e possono rivelarsi poco salutari in genere.

Il triclosan invece è “semplicemente” irritante per la pelle così come il propylene glycol che inoltre determina l’insorgenza di alcune patologie dermatologiche. SLS, SLES e formaldeide sono ancora sostanze cancerogene nonché capaci di scatenare nel corpo patologie a carico delle vie respiratorie, allergie, difetti nel sistema immunitario e danni ai reni. Infine il toluene danneggia la pelle ed ancora il sistema respiratorio ed immunitario causando peraltro delle nausee.

1) L’Occitane Crema Mani Nutriente

L’Occitane Crema Mani Nutriente è il primo dei nostri consigli per gli acquisti. La sua funzione principale è quella di idratare, soprattutto le pelli particolarmente problematiche o danneggiate da cause esterne. Nella formulazione sono inclusi parecchi oli ed altrettanti burri vegetali noti in ambito cosmetico per il loro altissimo potere emolliente e nutritivo. Tra questi citiamo il burro di karité, presente per un buon 20% nella ricetta, e gli oli di mandorle e di cocco. Tra gli ingredienti biologici da elencare trovano spazio poi l’estratto di miele ed i semi di lino.

Dobbiamo dire però che la formulazione in esame, purtroppo, è lontana dall’essere del tutto naturale. Sono presenti infatti anche degli ingredienti molto chimici come i PEG, i siliconi ed alcuni derivati del petrolio. Si tratta di molecole non del tutto salutari per gli esseri umani e men che meno per l’ambiente. Insomma: la crema mani qui proposta è efficace ma non biologica o eco-friendly. In compenso dobbiamo dire che la sua texture è ricca ed avvolgente e che penetra con estrema facilità la pelle lasciandola morbida e ben levigata.

L’Occitane Crema Mani Nutriente è un prodotto specifico per pelli secche che è possibile utilizzare quotidianamente in via preventiva o al bisogno quando ormai il danno è fatto. Ottima è poi la profumazione, non altrettanto soddisfacente è però il prezzo. L’aspetto positivo comunque è che, a fronte di un esborso un pelino alto, la quantità di crema da utilizzare ad ogni applicazione è davvero ridotta.

In sintesi:

adatto a: pelli secche e danneggiate

vantaggi: INCI ricco di elementi naturali, alto potere idratante e levigante, possibilità di utilizzare il prodotto più volte al giorno ed in piccole quantità, buona profumazione

svantaggi: prezzo, formulazione non del tutto biologica e poco ecologica

2) Burt’s Bees Crema Mani al Latte di Mandorla

Chi volesse prendersi cura delle proprie mani utilizzando una crema capace di vantare una formulazione interamente biologica, dovrebbe seriamente considerare l’acquisto di Burt’s Bees Crema Mani al Latte di Mandorla. Questo cosmetico si caratterizza per la ricchezza dei suoi ingredienti e per l’efficacia indiscussa dei suoi principi attivi. Nella ricetta sono infatti contenuti l’olio di mandorle dolci, vero e proprio must quando si ricerca l’idratazione cutanea, ma anche gli estratti di aloe vera e la vitamina E.

I derivati dell’aloe sono molto utili alla pelle: tra le decine di proprietà possedute da questa miracolosa pianta possiamo annoverare infatti anche quelle emollienti e cicatrizzanti. La vitamina E poi, tra le altre cose, agisce bloccando l’azione dei radicali liberi e quindi mantenendo giovane ed elastica la cute. L’effetto finale ottenuto grazie all’uso costante della crema proposta è quindi quello di ricreare sulla pelle uno strato protettivo, una vera e propria barriera contro gli agenti esterni (ed interni) che possano compromettere la salute e la bellezza delle mani.

Il prodotto in esame insomma ben si sposa con le esigenze di chi necessita di un aiuto per superare indenne l’inverno o di chi ha la pelle secca e facilmente screpolabile. Certo, c’è da dire che la consistenza di questo unguento è davvero molto grassa e che quindi il prodotto unge un po’. L’assorbimento è, per ovvia conseguenza, relativamente lungo (servono circa 5 minuti per ultimare l’operazione). In compenso però Burt’s Bees Crema Mani al Latte di Mandorla vanta sicuramente un ottimo rapporto qualità-prezzo.

In sintesi:

adatta a: pelli secche e con tendenza a screpolarsi

vantaggi: INCI biologico e naturale, prodotto multifunzione, ottimo rapporto qualità-prezzo

svantaggi: tempo di assorbimento relativamente lungo, texture grassa ed oleosa

3) Nuxe Nuxuriance Ultra

Ne abbiamo parlato poco fa e non potevamo certo esimerci dall’inserire questa crema mani nella nostra personalissima lista dei consigli per gli acquisti. Nuxe Nuxuriance Ultra, è meglio specificarlo sin da subito, non vanta una formulazione del tutto bio e non può definirsi un prodotto eco-friendly. Tuttavia la sua ricetta non è talmente “chimica” da farci storcere il naso. Alla valutazione positiva del prodotto comunque concorre anche l’effettiva efficacia della formulazione. Ma andiamo con ordine.

L’INCI del cosmetico proposto è particolarmente ricco. Data l’impossibilità di soffermarci su ogni ingrediente, ci pare il caso di citare quanto meno i più interessanti. Abbiamo così l’olio di moringa, un elemento idratante ed emolliente avente anche delle funzioni detergenti. Utili alla nostra causa sono poi le vitamine A, C ed E qui rilevate. La loro funzione è quella di stimolare la produzione di collagene, di ridurre eventuali rughe e di garantire un’azione antiossidante ed antiinfiammatoria. L’olio di mauritia flexuosa poi agisce sulla pelle mantenendo il giusto tasso di umidità, idratando e riparando eventuali danni. In più preserva le scorte di collagene ed elastina.

Nuxe Nuxuriance Ultra  è insomma una crema mani multitasking che nutre ed idrata, capace di garantire un effetto anti-age e sbiancante, di prevenire la formazione di macchie ed assicurare anche determinati esiti curativi. In particolare, grazie all’estratto di olio di oliva, vanta proprietà antiarterogene, antimicrobiche ed addirittura blandamente antitumorali. Il prodotto si caratterizza inoltre per un ottimo rapporto qualità-quantità-prezzo e si adatta all’uso su qualsiasi tipo di pelle.

In sintesi:

adatta a: tutti i tipi di pelle

vantaggi: INCI di buona qualità, efficacia garantita, crema mani multitasking, ottimo rapporto quantità-qualità-prezzo

svantaggi: presenza nell’INCI di alcune sostanze non biologiche e poco rispettose dell’ambiente

4) La Roche-Posay Cicaplast

Passiamo adesso a La Roche-Posay Cicaplast. Quella proposta è una crema mani specifica per le pelli secche, talmente inaridite da essere interessate da cicatrici e tagli. Il principio attivo per eccellenza a cui si fa riferimento stavolta è la niacinamide. Ciò significa che l’obiettivo principale del prodotto è quello di lenire, lo dicevamo poco prima, i fastidi causati dalle spaccature visibili sul derma, ma anche di proteggere genericamente la pelle e di ricostruire quella famosa barriera cutanea che isola l’epidermide dalle minacce provenienti dal mondo esterno.

C’è poi una buona percentuale di glicerina a completare la ricetta di questa crema mani. La sua funzione è ancora una volta quella di contribuire ad innalzare le difese della pelle contro ogni possibile aggressione proveniente dalla vita quotidiana: il freddo, il contatto con i detersivi, e così via non dovrebbero più mietere vittime insomma.

Come è possibile notare facilmente il prodotto punta molto sull’isolamento delle mani dal mondo esterno. Non ci stupisce quindi che crei una sorta di guanto, uno strato particolarmente impenetrabile di sostanze nutritive. Il rovescio della medaglia è che la pelle resta abbastanza unta, almeno per i primi minuti che seguono l’applicazione.

A ben vedere La Roche-Posay Cicaplast è una crema specifica, non una multitasking. Inoltre può tranquillamente essere inserita nel novero dei prodotti farmaceutici più che nella lista dei semplici cosmetici. Dobbiamo sottolineare infine che la nostra crema mostra un’alta resistenza all’acqua, non è arricchita con profumazioni artificiali, riduce e cura ferite o rossori e costa veramente poco!

In sintesi:

adatta a: pelli secche e danneggiate

vantaggi: INCI di buon livello, capacità di garantire una protezione completa e persistente da agenti chimici ed atmosferici pericolosi per la pelle, assenza nella ricetta di profumazioni artificiali, cosmetico curativo degli arrossamenti cutanei e delle ferite in genere, alta resistenza all’acqua, ottimo prezzo

svantaggi: unge un po’, prodotto monofunzione

5) Fysio Crema alla Cera d’Api Bio

Ed ecco un altro prodotto interamente bio a cui è possibile ricorrere per mantenere le mani belle, giovani ed in salute: Fysio Crema alla Cera d’Api Bio. In questo caso siamo al cospetto di un cosmetico caratterizzato da una texture decisamente molto densa. Gli ingredienti che la compongono sono pochi, ma tutti di indiscussa efficacia.

Partiamo allora dalla cera d’api. Questa sostanza ha il potere di richiudere velocemente le ferite riportate dalla pelle. Inoltre protegge la cute formando una barriera-scudo che non ostruisce i pori. Ma non è ancora tutto. La cera d’api contiene tantissima vitamina A. Questo ingrediente può dirsi ricorrente nella cosmesi idratante per via della sua capacità di ricostruire le cellule danneggiate.

Abbiamo poi l’olio evo. Il comune olio che usiamo in cucina nasconde proprietà antiossidanti e protegge la pelle dall’azione dei radicali liberi. Può inoltre curare una cute eventualmente affetta da acne, da dermatite da pannolino o da generiche patologie dermatologiche. Nella lista non poteva mancare poi il burro di karité, presente in grosse quantità.

Completano la ricetta infine l’olio di cocco e l’erba di San Giovanni. Il primo ingrediente è capace di lenire eventuali infiammazioni, curare piccole ferite, idratare la pelle e proteggerla dall’azione dei batteri. L’altro invece è un potentissimo rimedio contro le cicatrici e le ustioni, ma anche contro le abrasioni e le scottature. In più è noto per le sue proprietà antimicrobiche, astringenti ed ovviamente antiinfiammatorie. Il prezzo di Fysio Crema alla Cera d’Api Bio? Molto conveniente, non c’è che dire!

In sintesi:

adatto a: tutti i tipi di pelle, soprattutto a quelle acneiche, delicate o problematiche

vantaggi: INCI del tutto naturale e biologico, prodotto multifunzione, prezzo affare

svantaggi: texture un po’ pesante

6) Shiseido Advanced Essential Energy

Concludiamo questa carrellata di consigli per gli acquisti con un altro articolo che non potevamo esimerci dal menzionare dato che è già stato tirato in ballo nella prima parte della guida: Shiseido Advanced Essential Energy. Quello qui proposto è un cosmetico di alto livello, capace di idratare ed ammorbidire la pelle nell’immediato.

Tale piacevole sensazione può essere chiaramente percepita anche dopo aver lavato più volte le mani. Probabilmente, ogni medaglia ha del resto il suo rovescio, ciò si deve alla presenza nella formulazione di discrete quantità di paraffina liquida e di dimethicone. Quelle appena citate sono sostanze emollienti di indubbia efficacia, ma sicuramente poco eco-friendly.

A completare la ricetta troviamo poi l’estratto di riso e l’acido ialuronico. Questi ingredienti sono ancora utili ad idratare la pelle ed a garantire su di essa la permanenza dell’effetto seta. La presenza di vitamina E invece assicura al derma una schermatura efficace contro tutti gli elementi di disturbo rilevabili nel mondo esterno. Inoltre inibisce l’azione dei radicali liberi e, grazie alle sue note proprietà antiinfiammatorie, rende la vita un po’ meno complicata a chi combatte quotidianamente contro i fastidi derivanti dalla sensibilità cutanea.

Shiseido Advanced Essential Energy è quindi una crema che nutre ed idrata, protegge e persiste sulla pelle. La sua formulazione non è per niente biologica, ma i risultati che si possono ottenere grazie ad essa sono davvero degni di nota. Il prodotto non unge e si assorbe con una certa rapidità, è gradevole al tatto, ma ha un prezzo decisamente alto.

In sintesi:

adatta a: tutti i tipi di pelle

vantaggi: prodotto multifunzione, effetto duraturo e persistente anche dopo un eventuale contatto con l’acqua, efficacia garantita, formulazione non oleosa, rapidità di assorbimento, sensazione piacevole al tatto

svantaggi: INCI molto chimico e poco attento all’ambiente, prezzo

 

Lascia un commento