Home » Cura del corpo » Olio abbronzante: scegliere il migliore. Consigli e recensioni

Olio abbronzante: scegliere il migliore. Consigli e recensioni

Olio abbronzante e crema abbronzante rientrano a pieno titolo nella categoria dei cosiddetti intensificatori solari. Questa gamma di prodotti cosmetici ha la funzione di accentuare, proteggere e velocizzare l’abbronzatura. Spesso i risultati ottenibili sono talmente rapidi e convincenti che l’utente medio non riesce più a fare a meno del suo validissimo aiuto per la tintarella.

Per dovere di cronaca però puntualizziamo subito che molti dermatologi temono l’azione di tali prodotti. La paura principale è che un eccesso di sole e di calore possa nuocere comunque alla salute dell’individuo in generale ed a quella della pelle nello specifico. Bisogna dire però che le preoccupazioni degli addetti ai lavori erano più che legittime sino a qualche anno addietro, lo sono un po’ meno nella nostra contemporaneità. Al giorno d’oggi infatti sempre più aziende scelgono di migliorare la ricetta dei loro cosmetici solari aggiungendo a creme ed oli abbronzanti dei buoni filtri protettivi, adeguati ai diversi fototipi umani.

Ciò non toglie ovviamente la necessità di adottare un comportamento responsabile. Mai rinunciare insomma alla protezione solare ideale, quella pensata  proprio per la tua carnagione. Tale protezione dovrà essere ricercata nella formulazione del prodotto in esame o acquistata in separata sede per abbinarla poi all’intensificatore solare di cui sopra. Inoltre sarebbe meglio adottare la solita sequela di abitudini preventive; per esempio evitare l’esposizione ai raggi UV durante le ore più calde della giornata, la lunga permanenza al sole e così via.

Ma torniamo agli oli abbronzanti. I migliori ad oggi in commercio sono pensati per proteggere, nutrire ed idratare la pelle. Molti hanno un certo grado di resistenza all’acqua e tanti altri hanno una formulazione diversa a seconda che si decida di prendere il sole a mare o in montagna. Alcuni prodotti  invece sono ancora oggi privi di filtri (da qui la preoccupazione dei medici di cui sopra) ed andrebbero sempre utilizzati insieme ad una buona protezione solare, lo sai già. Certi prodotti infine sono pensati per salvaguardare la pelle anche dall’invecchiamento precoce, quello stesso invecchiamento che un’eccessiva esposizione ai raggi UV causa spesso alla cute. Insomma: ormai non c’è che l’imbarazzo della scelta!

Olio abbronzante: come funziona?

Come abbiamo ormai ben capito gli oli abbronzanti migliorano, accentuano e valorizzano la tintarella. La loro azione è quindi simile a quella degli abbronzanti veri e propri anche se, rispetto a questi ultimi, lavorano di fino, sono insomma pensati per ottenere dei risultati un po’ più accurati. I cosmetici qui in esame possono avere discrete proprietà antiage ed antiossidanti, garantire una certa idratazione, accelerare il processo di abbronzatura, proteggere e riparare la cute danneggiata.

Nel dettaglio

Scendiamo adesso un po’ più nel dettaglio e cerchiamo di capire meglio come funzioni un buon intensificatore solare. Per far ciò però sarà necessario dare qualche informazione supplementare sulla struttura della pelle. Iniziamo col dire quindi che essa si compone di tre strati, vale a dire l’epidermide, il derma e l’ipoderma. Il primo è il livello più superficiale della cute, quello preposto alla protezione dell’organismo dall’azione del mondo esterno. L’epiderma è vascolarizzato, contiene follicoli piliferi nonché ghiandole sebacee.

Perché un’abbronzatura sia sana sarebbe bene che interessasse soltanto questo strato superficiale della pelle. Nel momento in cui i raggi UV riuscissero ad oltrepassarlo si verrebbero a creare infatti problemi cutanei più o meno gravi. Un buon olio abbronzante agisce stimolando l’epidermide a produrre un maggior quantitativo di melanina in modo da favorire il naturale processo di inscurimento della pelle.

In alternativa può lavorare cercando di aumentare l’apporto di sangue ai tessuti dell’epidermide e quindi facendo sì che il flusso sanguigno funga da mezzo di trasporto, per così dire, per la melanina. Quest’ultima verrà quindi convogliata verso l’epidermide accentuando l’abbronzatura. Come vedi quindi il prodotto qui in esame, se di qualità, non determina alcun coinvolgimento del derma e dell’ipoderma nel processo di abbronzatura.

Altra precisazione: quale che sia il principio di funzionamento sfruttato da questi cosmetici, essi contengono sempre dei bronzer e degli idratanti. I primi reagiscono con alcune sostanze contenute nella pelle per esaltare l’abbronzatura. La loro azione comunque non dura mai più di una quindicina di giorni a causa del naturale processo di rinnovo cellulare.

Gli idratanti di solito utilizzati invece hanno la funzione di migliorare la qualità dell’abbronzatura e di evitare che la pelle desquami o secchi già durante l’esposizione al sole. Tra le sostanze ad oggi più utilizzate con tale finalità citiamo la glicerina, il pantenolo e la vitamina E. Molto diffusi sono comunque anche il sodio isetionato ed il sodio PCA.

Per un corretto uso degli acceleratori di abbronzatura

Perché crema ed olio abbronzante facciano bene il loro lavoro è necessario imparare ad utilizzarli correttamente. A tal proposito la prima cosa da sottolineare è che in genere questi prodotti funzionano meglio se adoperati su una pelle non è troppo chiara. In ogni caso, a prescindere dal tuo fototipo di appartenenza, dovrai innanzitutto spalmare l’unguento su tutte le parti scoperte del corpo senza tralasciare nessuna zona, nemmeno quelle all’apparenza meno vulnerabili. In poche parole non ha importanza se il tuo obiettivo ultimo è fare abbronzare le gambe piuttosto che le braccia o viceversa: dovrai utilizzare l’olio sia sulle une che sulle altre.

Ciò perché soltanto in questo modo potrai proteggere la pelle da quella secchezza cronica che puntualmente scaturisce da una prolungata e malsicura esposizione solare. Fatto ciò, preoccupati di lasciar assorbire alla cute il cosmetico appena utilizzato. Questo significa che dovresti evitare di immergerti in acqua sin tanto che il processo non sia del tutto ultimato. Se non hai questa pazienza o questa capacità di resistenza al solleone compra un olio abbronzante waterproof.

Olio abbronzante e salute: cosa c’è da sapere

Gli oli abbronzanti non sono dei cosmetici di per sé dannosi alla salute. La loro formulazione è spesso molto naturale e come tale ancora più delicata sull’organismo. L’effetto prodotto del resto non viene garantito da alcun artificio particolare: il cosmetico qui in esame è infatti studiato per accentuare e migliorare dei processi corporei biologici. In ogni caso sappi che un uso eccessivo di oli e creme abbronzanti può dar vita a blande sensibilizzazioni all’articolo o ad alcune sue componenti.

Facciamo un esempio: molti oli abbronzanti comprendono nella loro formulazione delle percentuali di glutine. Quando questa molecola entra in contatto con la pelle oltre certe quantità può far sì che la cute si ammali manifestando, tanto per dirne una, i segni evidenti di una brutta dermatite caratterizzata dalla presenza di vesciche croniche in tutto e per tutto simili a quelle che interessano il corpo in caso di herpes.

Un altro ingrediente contenuto negli intensificatori di abbronzatura è l’olio minerale. Una quantità eccessiva di prodotto, e quindi di olio minerale, può ostruire i pori. Ciò determina una certa difficoltà di espulsione del sudore e quindi un surriscaldamento corporeo anomalo. I risultati? Una vasta gamma di fastidi più o meno gravi e debilitanti.

Insomma: sì all’uso dell’olio abbronzante o della crema abbronzante, ma con responsabilità. Sì quindi alla combo olio (o crema) abbronzante e crema solare, sì all’esposizione moderata ai raggi del sole e sì ad una tintarella che rispetti i ritmi e le caratteristiche genetiche della tua pelle. No invece  all’abbronzatura a tutti i costi e no ai rischi inutili. Detto ciò, sappi che nelle prossime righe ti presenteremo alcuni oli solari ad oggi ritenuti tra i più efficaci e salutari disponibili in commercio. Buona permanenza in spiaggia!

1) Purmerul Cocosolis Choco

Purmerul Cocosolis Choco è un cosmetico di altissima qualità. La casa produttrice del resto si contraddistingue per una politica aziendale molto attenta ai bisogni del consumatore. L’articolo qui in esame contiene olio di cocco, di cacao, di jojoba, di canapa, di avocado e di mandorle dolci, ingredienti a cui si unisce la vitamina E. Ma centriamo il nostro focus su questi elementi.

L’olio di cocco agisce uniformando l’abbronzatura e proteggendo la pelle da macchie solari e disidratazione. Questo ritrovato serve inoltre ad evitare che la cute invecchi o formi delle piccole smagliature. Il profumatissimo olio di cacao è invece ricchissimo di vitamina E ed ha un certo potere antiage. Ed a proposito di vitamina E: essa è contenuta nella formulazione anche come ingrediente a sé stante.

La sua azione è quella di proteggere la pelle dall’esposizione ai raggi solari e di conservare naturalmente il prodotto. Ma torniamo agli oli. Quello di jojoba lavora da antinfiammatorio cutaneo e da idratante, quello di canapa da antirughe tonificante, quello di avocado ha ancora un’azione idratante. L’olio di mandorle dolci infine è un noto unguento lenitivo nonché un elasticizzante della cute.

Come si nota facilmente Purmerul Cocosolis Choco ha un INCI quasi interamente bio (99,5%) sottolineato da tutte le certificazioni del caso. Purtroppo però non contiene filtri solari. Il prodotto, in combo con una buona crema solare, può adattarsi comunque anche all’uso su pelli sensibili, proteggere la cute e regalare un’abbronzatura piacevole e duratura. Attenzione al prezzo: non è esattamente popolare.

In sintesi:

adatto a: tutti i tipi di pelle

vantaggi: INCI naturale, certificazioni biologiche, azione idratante, lenitiva, anti-età, antismagliature ed elasticizzante, garantisce una lunga durata dell’abbronzatura

svantaggi: prezzo, assenza di filtro solare

2) Nature’s Bios Line Solari

Nature’s Bios Line Solari è un cosmetico interamente made in Italy. L’azienda produttrice è da tempo impegnata nell’ideazione e nella commercializzazione di articoli naturali e biologici ed è quindi molto attenta all’ambiente ed alla salute dei suoi clienti. Ciò non significa  però sacrificare l’efficacia delle ricette proposte.

L’olio abbronzante qui in esame garantisce infatti ottimi risultati in brevissimo tempo. Questo cosmetico è pensato per poter essere utilizzato tanto sul corpo quanto sul viso, purtroppo però nella sua formulazione i filtri solari non sono contemplati. Ciò significa che il prodotto andrà sempre utilizzato in combo con una buona crema solare.

Nature’s Bios Line Solari è il risultato di un sapiente mix di olio di tirosina ed olio di loffa. Nel dettaglio la tirosina incrementa la produzione di melanina, mentre l’olio di loffa idrata la pelle ed agisce anche come sostanza emolliente ed antiossidante. A questi due ingredienti si è pensato di unire poi l’acqua attiva di arance mediterranee, ricchissima di vitamina C e di agenti anti-età.

Melanina vegetale, latte di albicocca, olio di riso, burro di karité ed acido ialuronico completano l’INCI. La prima sostanza, estratta dai datteri, potenzia l’azione della melanina. Il latte invece contribuisce a dorare la pelle in quanto ricco di betacarotene. Esso ha inoltre una blanda azione ostacolante dei radicali liberi. L’olio di riso invece è un antinfiammatorio naturale nonché un protettore della pelle. Il burro di karité poi è un prodotto idratante, lenitivo e nutriente. L’acido ialuronico infine mantiene la cute giovane e sana.

In sintesi:

adatto a: tutti i tipi di pelle

vantaggi: azione rapida ed intensificante, INCI naturale e biologico

svantaggi: assenza nella formulazione di filtri solari

3) L’Erbolario Crema Solare Corpo Acceleratrice d’Abbronzatura

L’Erbolario Crema Solare Corpo Acceleratrice d’Abbronzatura è un prodotto adatto soltanto alla cura del corpo. L’utilizzo di questo cosmetico è raccomandato soprattutto durante i primi giorni di esposizione ai raggi solari. La formulazione del prodotto è arricchita infatti da un buon filtro UV. Nell’INCI possiamo ravvisare poi la presenza di tirosina, di idrolizzato proteico di riso, di olio e cera di jojoba nonché di olio d’oliva.

La tirosina ha un’azione stimolante sulla melanina e, unita ai derivati del riso, permette anche alle pelli più chiare e sensibili di ottenere una tintarella diversamente difficile da sfoggiare al rientro dalle vacanze. L’olio di jojoba ha invece la funzione di proteggere la cute dagli agenti climatici in genere ed in particolare dall’azione dei raggi solari e del vento. La pelle trattata con olio di jojoba risulta liscia e setosa al tatto ed inoltre tende a non irritarsi sebbene sottoposta a stress. La cera di jojoba serve invece a garantire un’efficace azione emolliente.

L’olio di oliva poi fa sì che L’Erbolario Crema Solare Corpo Acceleratrice d’Abbronzatura possa essere utilizzato anche sulle pelli mature. Ciò perché questa componente agisce stimolando la produzione di collagene solubile. La funzione del collagene è quella di ostacolare l’azione dei radicali liberi ed il deterioramento della cute in genere. Per questo motivo l’olio d’oliva è considerato un antirughe ed un rivitalizzatore della pelle. Nella formulazione di questo prodotto, peraltro abbastanza economico, sono presenti anche dei siliconi, utili ad idratare ed ammorbidire ulteriormente l’epidermide.

In sintesi:

adatto a: tutti i tipi di pelle, al corpo ma non al viso

vantaggi: presenza nella formulazione di filtri solari, prezzo più che conveniente, azione efficace anche sulle pelli chiare

svantaggi: presenza nell’INCI di alcuni siliconi

4) Australian Gold Spray Sunscreen Bronzer

Un altro prodotto da tenere in viva considerazione quando si sceglie di far uso di un olio abbronzante è Australian Gold Spray Sunscreen Bronzer. Questo cosmetico si caratterizza per una texture particolarmente leggera e per la generica praticità d’uso. Il prodotto è pensato per proteggere la pelle dall’azione dei raggi UV grazie alla presenza di filtri adatti a carnagioni normali.

Il filtro SPF 15 qui contenuto comunque, soprattutto inizialmente e soprattutto in presenza di carnagioni molto chiare, andrebbe abbinato ad una protezione solare esterna. L’articolo in esame inoltre offre il vantaggio di appartenere alla categoria degli spray water resistent. Ciò significa che non bisognerà attendere pazientemente sotto il sole che l’olio penetri la cute prima di concedersi una rinfrescante permanenza in acqua.

Ma passiamo adesso alla formulazione di Australian Gold Spray Sunscreen Bronzer. A farla da padrona è la vitamina E. Essa ha il potere di prevenire l’invecchiamento cutaneo e la comparsa di rughe. L’aggiunta di aloe vera contribuisce invece a rendere morbida ed idratata la pelle. Non mancano poi i soliti oli naturali, utili a garantire un corretto equilibrio idrolipidico.

Il ricorso ad un cosmetico spray permette inoltre di raggiungere in maniera semplice e sbrigativa anche parti del corpo un po’ più ostiche da trattare. Lo stesso spesso non accade con oli e creme. L’abbronzatura, grazie a questo prodotto, sarà sempre uniforme, piacevolmente ambrata e durevole nel tempo. In più la pelle sarà protetta ma non unta, abbronzata ma fresca. Ottimo è infine il rapporto qualità-prezzo.

In sintesi:

adatto a: carnagioni normali, tutti i tipi di pelle

vantaggi: presenza nella ricetta di un filtro solare adatto a fototipi standard, formulazione spray e water resistent, il prodotto non unge ed ha un buon rapporto qualità-prezzo

svantaggi: nonostante la presenza di un filtro solare nella formulazione il prodotto va comunque abbinato ad una crema solare protettiva

5) Fiori di Cipria Crema Abbronzante Corpo

Fiori di Cipria Crema Abbronzante Corpo è un prodotto made in Italy. Si tratta di una soluzione adatta tanto al trattamento del viso quanto all’azione sul corpo, pensata per riattivare velocemente la produzione naturale di melanina. Nella formulazione del cosmetico sono allo scopo presenti alte percentuali di tirosina. Si aggiungono poi alla ricetta sostanze idratanti e nutrienti, antiossidanti naturali, protettori cutanei, antiinfiammatori biologici nonché stimolanti della produzione del collagene.

Nel dettaglio la casa produttrice ha inserito nella formulazione l’immancabile olio di mandorle e l’onnipresente burro di karité. Completano poi la ricetta l’acido ialuronico e gli estratti di centella asiatica. Si tratta di un INCI del tutto naturale e biologico, pensato tra l’altro per venire incontro alle esigenze dei consumatori vegani e dei sostenitori del cruelty free.

Fiori di Cipria Crema Abbronzante Corpo non contiene alcuna traccia di filtri solari ed è per questo motivo che andrebbe utilizzata sempre insieme ad una buona crema protettiva. In compenso però dobbiamo dire che questo prodotto vanta una texture leggera e fluida, capace di non ungere ma di idratare a fondo.

L’ideale sarebbe iniziare ad utilizzare il prodotto già una settimana prima delle vacanze in modo da cominciare a stimolare la pelle preparandola all’esposizione prolungata ai raggi solari. Se ben utilizzato questo profumatissimo cosmetico garantisce un colorito perfettamente omogeneo ed una piacevolissima tinta ambrata. In genere molto apprezzato dagli utenti è anche il rapporto qualità-prezzo: non si tratta del più economico degli oli solari, ma non possiamo nemmeno dire che il costo sia proibitivo.

In sintesi:

adatto a: tutti i tipi di pelle

vantaggi: azione rapida, formulazione naturale, buon rapporto qualità-prezzo, ottima profumazione, lunga durata dell’abbronzatura, ricetta adatta ad un uso vegano, prodotto cruelty free

svantaggi: necessità di utilizzare il prodotto insieme ad una buona crema solare

6) Collistar Olio Abbronzante Idratante

Passiamo infine a Collistar Olio Abbronzante Idratante. Questo prodotto è sicuramente degno di essere aggiunto alla lista delle eccellenze cosmetiche made in Italy. Si tratta nello specifico di un olio secco, capace di garantire alla pelle un’abbronzatura veloce ed omogenea nonché un colorito che richiama un po’ alla mente le belle carnagioni ambrate tipiche degli abitanti dei paesi tropicali.

La magia si deve alla presenza nella formulazione di oli di carota nonché del mallo di noce. Completano la ricetta una lunga lista di oli ed estratti vegetali e l’immancabile vitamina E. Il prodotto ha una texture setosa ma capace di penetrare velocemente i pori della pelle, studiata per non ungere e per raggiungere facilmente anche i punti più critici del corpo.

Inoltre, possibilità che non tutti gli oli abbronzanti offrono agli utenti, il cosmetico qui in esame può essere tranquillamente spruzzato anche sui capelli in modo da evitare che l’azione del vento, del sole e della salsedine li secchi. Collistar Olio Abbronzante Idratante è tra l’altro un prodotto water resistent.

C’è da dire però che il filtro solare qui incluso non è adatto a tutti i tipi di pelle: i fototipi più chiari faranno bene pertanto ad abbinare al cosmetico una buona crema solare. In ogni caso, scura o chiara che sia la pelle dell’utente, nel corso della giornata sarà sempre consigliabile applicare più e più volte l’olio solare. Un difetto di questo cosmetico? Il prezzo, non da tutti classificato abbordabile e popolare.

In sintesi:

adatto a: tutti i tipi di pelle, a carnagioni scure

vantaggi: rapido assorbimento, facilità d’uso, possibilità di utilizzare su pelle e capelli, risultato veloce ed uniforme

svantaggi: necessità di utilizzare il cosmetico insieme ad una buona crema solare (almeno nel caso dei fototipi più chiari), prezzo

completo

Lascia un commento