Home » Cura del viso » Pelle secca viso: le creme top, i rimedi più efficaci

Pelle secca viso: le creme top, i rimedi più efficaci

Pelle secca viso: ecco tre parole che non vorresti mai sentire pronunciare in sequenza, tre parole che, se riferite direttamente al tuo volto, possono rappresentare un bel problema. Per fortuna però si parla di un problema facilmente risolvibile, l’importante è non trascurarsi. Lasciar correre, aspettare che tutto passi da sé, potrebbe significare infatti ricadere in tutt’altro tipo di impiccio: magari una brutta dermatite o, addirittura, la comparsa di uno stuolo di rughe. Insomma: perché rischiare?

Al giorno d’oggi si conoscono parecchie strategie utili ad evitare che la secchezza cutanea degeneri in qualcosa di più difficile da tenere a bada e persino a rimediare a monte ad ogni disagio rendendo, poco alla volta, la pelle inaridita una pelle normale. Il segreto sta tutto nell’idratazione, idratazione che potresti assicurare alla cute in mille modi diversi. Vediamo insieme allora cosa fare.

Pelle secca viso: istruzioni per una pulizia corretta

Pelle secca viso“, dicevamo. Si può tenere a bada, addirittura curare, semplicemente idratando la cute ed utilizzando i cosmetici giusti. Prima di fare tutto questo però dovresti imparare ad eseguire una corretta routine di pulizia. Chiariamoci: le creme idratanti saranno comunque necessarie. Imparando a detergere correttamente la pelle però sarà più facile per i cosmetici portare a termine la missione per cui li acquisti riponendo in loro tanta fiducia: trasformare una pelle arida e rinsecchita in una cute normale. Ecco allora qualche dritta.

I detergenti delicati

Prima cosa da fare? Lavare il viso tutti i giorni utilizzando dei detergenti delicati. Cosa significa detergente delicato? Beh, si tratta di un sapone la cui formulazione non contenga elementi particolarmente aggressivi (anche se molto diffusi in ambito cosmetico). Tra essi citiamo le profumazioni artificiali, i coloranti, l’alcool ed i suoi derivati. Tutti questi ingredienti, a prescindere dalla loro effettiva utilità, seccano ancora di più le pelli con tendenza ad inaridirsi.

Un discorso simile vale anche per gli struccanti. Stavolta però dovresti preoccuparti di evitare soprattutto i prodotti ad alto contenuto di alcool e derivati. Ora, chiariamoci: questo tipo di cosmetico, per definizione, contiene spesso una base alcolica. Per limitare i danni quindi sceglierai un articolo in cui la suddetta base alcolica non venga citata tra i primi ingredienti dell’INCI, ossia un prodotto in cui tale elemento sia contenuto soltanto in piccola parte.

A questo punto urge una piccolissima precisazione: qualunque cosmetico e qualunque detergente ti possa capitare sotto mano al giorno d’oggi verrà puntualmente spacciato dalle case produttrici per articolo con formulazione delicata. Purtroppo le cose non stanno sempre così. Ecco perché prima di mettere qualcosa in carrello faresti sempre bene a leggere con attenzione il suo INCI. Insomma: fidarsi è bene, ma non fidarsi è meglio.

Il lavaggio? Mai frequente e mai aggressivo

Lavare il viso deve essere una prassi, ma non un’ossessione. Basteranno un paio di lavaggi al giorno, preferibilmente la mattina appena svegli e la sera poco prima di coricarsi. Allo scopo userai dell’acqua tiepida ed il famoso detergente delicato di cui sopra. Inizierai inumidendo un po’ la pelle con della semplice acqua che spruzzerai appena sul viso. Quindi, armata di detergente, picchetterai con la punta delle dita la pelle del volto eseguendo dei movimenti piccoli e circolari. A questo punto via libera al risciacquo. Semplice, no?

Bene, adesso però urge qualche altro chiarimento. In primis metti da parte spugna ed asciugamano. Lo strofinio dell’una o dell’altro sulla tua pelle determina una inevitabile perdita degli oli e dei grassi naturalmente prodotti dalla cute. In un caso o nell’altro queste sostanze vengono asportate dal viso. La loro funzione principale però è quella di idratare la pelle: capisci bene quindi che strofinandoti su spugne e tovaglie ti remi contro.

In più ti suggeriamo di non usare mai nemmeno dell’acqua troppo calda: anche questa pratica determina un inaridimento cutaneo. Altra puntualizzazione: alcuni sono dell’idea che più volte ci si lava e meglio è. Sbagliato. Il contatto troppo frequente con acqua, sapone e tovaglie disidrata notevolmente la pelle. Limitati quindi, come dicevamo in apertura, a lavare il viso la mattina e la sera. Certo, se dovessi avere necessità di struccarti o di rimediare ad una gran sudata in un diverso momento della giornata non fare complimenti: quando ci vuole ci vuole!

Mai irritare la pelle. Attenzione a come ti asciughi

Ti abbiamo spiegato appena poche righe fa per quale motivo non dovresti mai strofinare la pelle del viso su un ruvido asciugamano. Bene: in qualche modo comunque dovrai pur asciugarti. Sì quindi alla tovaglia da bagno purché sia sempre ben pulita ed asciutta. Una volta avvicinata al volto, non dovrai aggredire la pelle, ma limitarti a tamponarla con estrema delicatezza. Allo scopo andrà bene un comunissimo asciugamano o, meglio ancora, una tovaglietta in microfibra.

Scegliere la crema idratante migliore

Se vuoi prenderti veramente cura della tua pelle secca e se vuoi veramente risolvere una volta per tutte il tuo problema, non puoi esimerti dall’uso di una crema idratante. Attenzione però: il prodotto che sceglierai di adoperare dovrà rispondere a determinate esigenze dermatologiche e far parte di un’élite di cosmetici di qualità. Diversamente, sottraendoti a questi dictat ed acquistando un articolo qualsiasi, rischieresti di fare più danni che altro.

Scegli quindi qualcosa che abbia un INCI ricco ed efficace, un INCI in cui compaiano delle essenze lipidiche, del burro di karité e degli emollienti in generale. Tali ingredienti hanno la funzione di trattenere sull’epidermide, quindi sullo strato più esterno della pelle, tutta l’umidità che essa normalmente produce. Ciò basta ad idratarla ed ad evitare la secchezza cutanea. Utili alla causa possono essere anche la glicerina e l’acido ialuronico, così come l’acido lattico e la lanolina, passando ancora per l’olio minerale, gli oli essenziali naturali in genere e l’urea.

Sì quindi ai prodotti la cui formulazione sia stata studiata per trattare la pelle secca ed inaridita, ai prodotti specifici quindi, no alle soluzioni improvvisate. Una precisazione: potrai scegliere di avvalerti di una crema, di una lozione, di un siero o di un unguento, questo dipende un po’ da te e dalle tue esigenze. L’importante è guardare sempre con scrupolo all’INCI.

La crema idratante va usata dopo la pulizia del viso

Forse ti sembrerà superfluo specificarlo, ma la crema idratante va sempre utilizzata subito dopo aver lavato il viso. In quel preciso momento infatti la pelle è più umida e la crema può trattenere questa umidità per rilasciarla gradualmente sulla cute nel corso delle ore successive al lavaggio. Usa sempre una quantità tale di cosmetico da poter ricoprire del tutto il volto e quindi massaggia e lascia assorbire completamente. Anche in questo caso, così come hai fatto per il sapone, picchetta sul viso utilizzando la punta delle dita. P.S. volendo potrai estendere il trattamento al collo: la tua pelle ringrazierà.

Pelle viso secca? Usa l’aloe vera

Se hai a che fare con il terzetto “Pelle secca viso“, l’aloe vera può diventare una tua grandissima amica. Utilizzata una o due volte al giorno, nella sua forma pura, può aiutarti ad archiviare per sempre il problema dell’aridità cutanea. Usa quindi un buon gel a base di aloe vera in sostituzione o in aggiunta alla crema idratante di cui sopra, ovviamente ancora una volta rigorosamente nei momenti che seguono il lavaggio del viso.

Molto importante è applicare il gel in modo che si sparga su tutta la pelle e quindi lasciarlo assorbire. Attenzione ai dettagli: l’aloe vera che acquisterai dovrà sempre essere in forma pura, quindi non unita ad altri ingredienti e soprattutto ad elementi irritanti quali i già citati profumi, gli alcool, le sostanze coloranti o la lidocaina.

Mai provata la pulizia all’olio?

Per non seccare la pelle, al momento di lavare il viso, puoi ricorrere all’olio. In questo modo la cute formerà una barriera protettiva particolarmente efficace. Procurati e miscela perciò dell’olio di jojoba, di mandorle e di argan, sostanze che, paradossalmente, non ungono quanto ti aspetteresti. Nel caso in cui dovessi comunque percepire quest’amalgama come troppo umida, unisci alla mistura un po’ di olio di ricino.

Prima di spalmare il composto sul viso però spruzza la pelle con un po’ di acqua tiepida o calda. Poi, come hai fatto con il sapone e la crema detergente, usa le dita per ungere il volto. Con una pezzuola inumidita di acqua calda quindi tampona delicatamente. Ovviamente l’asciugamano dovrà di tanto in tanto essere sciacquato e strizzato. Fatto ciò, procedi tamponando ancora la pelle come descritto, poi sciacquati ed asciugati normalmente. Il gioco è fatto! Ah, attenzione: questa tecnica può essere efficace anche per eliminare in maniera delicata il trucco dal volto.

Esfoliare la pelle del viso più volte a settimana

Importante è infine anche esfoliare settimanalmente la pelle del viso. La secchezza cutanea infatti è data dall’accumulo di cellule morte che, poco alla volta, si sfaldano e si decompongono. Ciò accade soprattutto in età più avanzata. Se eseguirai lo scrub una o due volte a settimana, potrai sfoggiare sempre una pelle fresca, in salute e, cosa ancora più importante, stimolare il rinnovo cellulare.

Come esfoliare al meglio la cute? Beh, puoi utilizzare uno scrub home made. Ti basterà unire un cucchiaio di miele ad uno di farina d’avena macinata. Procederai quindi strofinando per bene sui punti più critici, utilizzando il solito movimento circolare delle dita, e poi sciacquando le zone interessate. Se la tua situazione è particolarmente difficile invece prova l’acido glicolico o un qualsiasi altro alfa idrossiacido.

Si tratta di elementi naturali, derivati per lo più da zucchero e frutta, contraddistinti da un alto potere esfoliante. In ogni caso ti consigliamo ancora una volta di non strofinare mai la pelle né con i panni né con pennelli o altro. No anche agli scrub troppo aggressivi o a corpo duro, soprattutto se al loro impiego segue puntualmente una forte irritazione cutanea.

Pelle secca viso: quando e come idratare la pelle

Pelle secca viso? La soluzione sta tutta nella corretta idratazione della cute. Hai già appreso molte nozioni utili a migliorare la tua situazione di partenza, vediamo adesso di arricchire ulteriormente il tuo bagaglio. Sappi, innanzitutto, che i ricercatori sono ormai abbastanza sicuri del fatto che il rinnovo cellulare avvenga soprattutto durante la notte. Da qui l’importanza di utilizzare delle creme specifiche per quelle fasce orarie, utili a stimolare il corpo a produrre nuove cellule fresche, sane e piacevoli alla vista.

Certo, all’arrivo del nuovo giorno dovrai comunque idratare il viso in modo da proteggerlo da tutte le sostanze inquinanti che qui si depositano. L’incontro con il detergente serve ovviamente anche a rimuovere dal volto sporcizia, smog, varie ed eventuali. Per lavare correttamente il viso dovrai eseguire dei passaggi ben precisi, passaggi che ormai conosci alla perfezione.

Sì alla crema idratante a base di acido ialuronico. Bandito l’alcool

Sai bene quanto possa tornarti utile fare regolare ricorso ad una buona crema idratante. Opta sempre per qualcosa che abbia una formulazione il più possibile naturale, in cui siano molto presenti gli oli essenziali e che non lasci fuori dalla ricetta l’acido ialuronico ed i suoi sali, possibilmente a pesi molecolari differenti.

Chiariamo subito questa cosa: la crema all’acido ialuronico migliore in assoluto è quella che contiene questo elemento nei suoi tre pesi molecolari (vanno bene comunque anche i due pesi molecolari). In questo modo la sostanza, nelle sue vesti di principio attivo, penetra la cute in tutti i suoi strati, sia i più profondi che i più superficiali. L’efficacia così è sempre garantita ed anche in tempi tutto sommato rapidi.

In generale comunque tutti gli ingredienti appena citati servono ad idratare, proteggere e nutrire la pelle. L’acido ialuronico però è in grado di assorbire quantitativi di acqua che superano il suo peso di ben 1000 volte. L’idratazione che questa proprietà può garantire è decisamente superiore a quella assicurata da qualunque altro tipo di ingrediente. Attenzione: come detto altrove infine evita tutte le creme che contengano alcool (soprattutto se in grosse quantità). Sul viso serve a poco se non ad asciugare la pelle. Attenzione quindi all’INCI ed a tutti gli elementi che terminano in -ohol!

L’importanza di un trattamento idratante profondo

Almeno una volta a settimana ti consigliamo caldamente di trovare il tempo per sottoporti ad una maschera idratante. Preparala in casa: sarai più sicura della sua genuinità. Allo scopo procurati 1 cucchiaio di olio di oliva, uno di miele ed una banana frullata. In alternativa vanno bene anche un cucchiaio di olio di cocco, uno di miele e la polpa frullata di un avocado. Oppure ancora, se preferisci, potrai usare un cucchiaio di olio di vinaccioli, l’immancabile cucchiaio di miele ed un cucchiaio di latte. Mescola i tuoi ingredienti, ponili sul viso, poi sciacqua con un po’ di acqua calda dopo 15 di minuti di posa.

Crema idratante di qualità

Infine usa sempre una crema idratante di alta qualità. Sceglila tenendo conto di tutte le esigenze tue e della tua pelle. A breve ti daremo in proposito qualche utile consiglio per gli acquisti. Prima però vogliamo suggerirti qualcosa che possa aiutarti ad evitare a monte di avere a che fare con la pelle secca o, quanto meno, di esacerbare il problema.

Pelle secca viso: vuoi mantenere la tua pelle vitale ed in salute? Attenta alla routine per il make-up

Anche gli ingredienti che trovi nel tuo make-up abituale possono accentuare il problema della secchezza cutanea. Cerca perciò di non abusare del trucco e di acquistare sempre prodotti ricchi di oli essenziali, burro di karité, cera d’api ed, ancora una volta, privi di ingredienti alcolici ed aggressivi in generale.

Proteggi il viso dal sole in eccesso

Un altro buon espediente è quello di non prendere mai troppo sole e comunque di esporti ai raggi UV soltanto dopo aver fatto uso di una delle migliori creme solari reperibili sul mercato. In particolare opta per prodotti i cui filtri solari siano naturali e minerali. Magari prendi anche l’abitudine di munirti di cappello e, una volta a casa, corri subito a mettere sul viso la crema doposole o la crema idratante.

Idratare la pelle bevendo

Se vuoi idratare la pelle bevi almeno 1,5 litri di acqua al giorno. Ingerisci la variante non gassata soprattutto prima e dopo aver praticato sport. Assumi anche degli alimenti, come la frutta e la verdura, naturalmente ricchi di acqua.

No all’uso eccessivo di alcolici

Un altro buon suggerimento è quello di limitare l’uso dell’alcol, (ma anche di accantonare sigarette e droghe). Questa sostanza, di per sé, secca la pelle ed in più ha note proprietà diuretiche. Mai andare oltre perciò i due bicchieri per volta da consumare rigorosamente a giorni alterni. I primi risultati utili in termini di idratazione saranno visibili però dopo un mesetto di semi-astinenza.

Sì a tutti i cibi molto ricchi di vitamine

Gli acidi grassi, così come gli omega 3, possono contribuire al processo di rinnovamento cellulare. Sì quindi ad una dieta ricca di pesce, frutta secca ed avocado, elementi che contengono queste sostanze. Utilissima è poi la vitamina C, presente negli agrumi, in molti frutti, nei broccoli, nei cavolfiori, nei peperoni rossi, nelle patate e nei cavoli.

Gli integratori per capelli possono essere utili

Gli integratori per capelli nutrono le chiome, ma anche unghie e pelle. Considera l’idea perciò di assumerne uno regolarmente, ovviamente dopo aver ottenuto l’ok da parte del tuo medico.

Pelle secca viso: infine per non disidratare la pelle umidifica la casa

Per non disidratare la pelle è bene ricorrere ad un umidificatore che regoli il livello di acqua presente nell’aria di casa. In molti consigliano di accendere l’apparecchio soprattutto la notte ed in camera da letto.

Docce, bagno e pulizia: 10 minuti bastano!

Per quanto piacevole possa essere intrattenersi sotto la doccia o nella vasca da bagno, questa prassi non dovrebbe durare più di una decina di minuti. Tieni sempre chiusa la porta del bagno in modo da mantenere l’umidità dell’ambiente.

Le fonti di calore possono essere pericolose per la pelle

Infine stai attenta alle fonti di calore. Accendere stufe e caminetti e magari sederti proprio lì davanti può far male alla tua pelle secca. Meglio perciò coprirsi un po’ di più.

1) Filorga Hydra Filler Mat

Ecco il primo dei nostri consigli per gli acquisti: Filorga Hydra Filler Mat. Si tratta di una crema viso specifica per il trattamento della pelle secca oltre che di un prodotto di indiscussa qualità. Questo cosmetico ha la capacità di astringere i pori della pelle nonché di levigare e rimpolpare la cute. Ciò grazie alla presenza tra gli ingredienti dell’immancabile acido ialuronico, in questo caso contenuto nell’INCI in due diversi pesi molecolari. Tra gli ingredienti troviamo anche il burro di karité ed alcune molecole utili a rinforzare la barriera protettiva della pelle.

Dopo qualche trattamento appena la cute apparirà ben idratata, luminosa, liscia e senza zone critiche. Anche le rughette poi potrebbero sparire dal volto. Il fatto che il cosmetico proposto assicuri un finish matt lo rende adatto non soltanto alle pelli secche, ma anche a quelle più grasse ed alle miste in generale. Ciò perché l’effetto lucido che inevitabilmente si accompagna all’iperproduzione di sebo, viene in qualche modo corretto.

Certo, l’azione matt non è duratura come quella idratante, ma in effetti il prodotto nasce soprattutto per curare le pelli secche. Filorga Hydra Filler Mat si contraddistingue anche per una leggera e piacevolissima profumazione. Il costo però è decisamente alto, soprattutto se si tiene conto del fatto che il flacone contiene appena una cinquantina di millilitri di prodotto.

In sintesi:

adatto a: pelli secche, grasse e miste

vantaggi: effetto idratante e levigante, presenza nell’INCI di acido ialuronico a doppio peso molecolare, finish matt, buona profumazione

svantaggi: prezzo, dimensioni ridotte del flacone

2) Bleu&Marine Bretania Gel Puro di Aloe Vera

Bleu&Marine Bretania Gel Puro di Aloe Vera vanta innanzitutto un gran numero di proprietà benefiche. Tra l’altro, cosa non di poco conto, si caratterizza per la sua naturalezza: nell’INCI non è possibile trovare infatti nient’altro che estratto di aloe vera puro al 100%. Il prodotto qui proposto è perfetto per le pelli secche e sensibili, ma anche per tutti gli altri tipi di pelle. Esso può essere utilizzato sia sul viso che sul corpo, ben si adatta a dar sollievo alla cute appena traumatizzata da una qualsiasi lesione o magari dalla depilazione o dalla rasatura, a curare acne e foruncoli, cicatrici e brufoli.

Tantissime sono inoltre le sue funzioni: idratante, nutritiva, emolliente, antiinfiammatoria, riparatrice, purificante, protettiva dai raggi UV e chi più ne ha più ne metta. Il cosmetico poi agevola il ricambio cellulare, ringiovanisce la cute ed elimina dalla pelle le macchie solari e le bruciature. Il nostro gel vanta tra l’altro anche un blando potere antibiotico e lenitivo.

Insomma: utilizzando Bleu&Marine Bretania Gel Puro di Aloe Vera potrai sicuramente idratare la tua pelle secca ed arida, ma otterrai anche molti altri vantaggi. Utile è poi anche la confezione munita di dosatore anti-spreco. Buono è infine il rapporto quantità-qualità-prezzo vantato dal prodotto. Difetti da segnalare? Praticamente nessuno!

In sintesi:

adatto a: tutti i tipi di pelle

vantaggi: INCI naturale, prodotto multifunzione, confezione anti-spreco, buon rapporto quantità-qualità-prezzo, possibilità di utilizzo sul corpo e sul viso

svantaggi: niente da segnalare

3) Bioluma Crema Viso Idratante alla Bava di Lumaca

Bioluma Crema Viso Idratante alla Bava di Lumaca è un cosmetico che potrai benissimo utilizzare come una crema notte, che si adatta a tutte le fasi della vita e che può essere adoperato con profitto sia da chi ha una pelle grassa o mista sia da chi ha una pelle secca ed inaridita. Ciò perché la bava di lumaca, suo principio attivo per eccellenza, è una sostanza miracolosa. Ma andiamo un po’ più nel dettaglio.

L’INCI in questo caso è decisamente molto naturale; anche i conservanti contenuti nella formulazione sono perlopiù biologici. Oltre alla già citata bava di lumaca sono qui presenti l’acido ialuronico, l’olio di argan e la vitamina C, sostanze utilissime alla nostra causa. Completano la ricetta poi dei peptidi con blando effetto anti-età, il collagene, la vitamina A e la vitamina E. Si tratta di elementi che possono idratare sì la pelle, ma anche ringiovanirla e rimpolparla, curare piccole lesioni e cicatrici, contrastare l’azione dei radicali liberi e la formazione di macchie cutanee.

Dopo un paio di settimane di uso regolare, Bioluma Crema Viso Idratante alla Bava di Lumaca distenderà la pelle secca rendendola morbida, luminosa ed elastica. In più interverrà su piccoli inestetismi quali l’acne o le irritazioni cutanee. Il prezzo però non è esattamente popolare ed il flacone è un po’ piccolino. Tuttavia la qualità del prodotto è veramente eccellente!

In sintesi:

adatto a: pelli grasse, miste e secche

vantaggi: INCI di altissimo livello e perlopiù naturale, prodotto multifunzione

svantaggi: prezzo, dimensione del flacone

4) Nuvò Anti Aging Cream

Passiamo adesso a Nuvò Anti Aging Cream. Si tratta di un prodotto molto simile a quello appena presentato, non fosse altro che per la necessità di riconoscere nella bava di lumaca il principio attivo del cosmetico. Ad essa si uniscono ingredienti diversi, ancora utili alla nostra causa. Abbiamo così l’acido ialuronico a tre pesi molecolari, ma anche l’olio di vinaccioli e l’estratto di aloe vera, il burro di mango e l’olio di argan, l’estratto di alghe rosse e le vitamine B5 ed E.

Anche stavolta ci troviamo al cospetto di un INCI del tutto naturale e di altissima qualità, capace di nutrire ed idratare, di rallentare il processo di invecchiamento cellulare e di tonificare. C’è da dire inoltre che il processo di estrazione della bava di lumaca avviene sfruttando una tecnica manuale che non nuoce alla salute delle bestiole. Il prodotto gode poi di certificazione AIAB, può adattarsi all’uso su qualsiasi tipo di pelle ed è dermatologicamente testato.

Nuvò Anti Aging Cream può essere indifferentemente utilizzato nelle ore serali o diurne, in casa o all’esterno. Certo, anche in questo caso il prezzo non è bassissimo, ma c’è di buono che il flacone è un po’ più grande rispetto a quello di alcuni dei diretti competitors. Insomma: si tratta di un acquisto più che consigliato!

In sintesi:

adatto a: pelli secche, grasse, miste e mature

vantaggi: INCI del tutto biologico e naturale, prodotto multifunzione, dermatologicamente testato, certificato AIAB, cruelty free, adatto ad uso diurno o notturno, flacone abbastanza grande

svantaggi prezzo

5) Elizabeth Arden Body Cream

Sì, d’accordo, le creme corpo non vanno bene per il viso. Tuttavia Elizabeth Arden Body Cream ha una ricetta così delicata che fa eccezione. Innanzitutto si tratta di un prodotto specifico per le pelli secche ed irritate. In secondo luogo non contiene paraffine, PEG, né tanto meno fragranze sintetiche. Quello in esame del resto è un cosmetico con cui molto spesso entriamo in contatto grazie ai dermatologi che lo consigliano per combattere delle dermatiti, delle psoriasi oppure ancora degli eritemi.

La magia avviene stavolta grazie al pantenolo, una sostanza dalle riconosciute proprietà idratanti ed antinfiammatorie, ed al tralosio, un antiossidante utile alla causa per via del suo alto potere reidratante però esplicato soltanto sugli strati più esterni della pelle. A tali ingredienti si aggiungono molti estratti vegetali, anch’essi con poteri idratanti ed emollienti.

In genere questa formula non brucia e può quindi essere utilizzata anche su piccoli arrossamenti che provocano fastidio ed addirittura dolore. Elizabeth Arden Body Cream vanta un ottimo rapporto qualità-quantità-prezzo ed è decisamente profumata. Per questa sua caratteristica si adatta però soprattutto all’uso da parte di un’utenza femminile.

In sintesi:

adatto a: pelli secche, sensibili o affette da patologie dermatologiche

vantaggi: INCI di alto livello, ottimo rapporto quantità-qualità-prezzo, profumazione gradevole ma prettamente femminile

svantaggi: niente da segnalare

6) Lierac Hydragenist

Utilissima alla tua causa è anche Lierac Hydragenist. Si tratta di un cosmetico capace di distinguersi per il suo alto potere idratante, ma avente anche una blanda funzione anti-età. Nell’INCI è contenuto ossigeno biomimetico, utile per l’appunto ad ossigenare i tessuti rendendoli più tonici, vitali, idratati e levigati. Inoltre nella ricetta sono presenti anche l’acido ialuronico, il burro di karité nonché le vitamine B5, B6, C ed E, tutte caratterizzate da un comprovato potere anti-age.

Dobbiamo dire però che nella formulazione sono state aggiunte, anche se in piccole quantità, delle profumazioni artificiali. Si tratta di note floreali, ricavate da rose, gardenie e gelsomini. Il prodotto si adatta all’uso esclusivo su pelle secca. Può essere adoperato inoltre mattina e sera, in solitaria o insieme ad un siero idratante che ne acuisca gli effetti. Anche Lierac Hydragenist ci propone un flaconcino da 50 ml di prodotto. Il costo del cosmetico però è forse un tantino alto, pur parlando di un INCI di indiscussa qualità e pur avendo a che fare con un cosmetico di indubbia efficacia.

In sintesi:

adatto a: pelli secche

vantaggi: INCI di buona qualità, prodotto multifunzione, possibilità di utilizzo nelle ore diurne e notturne

svantaggi: presenza nell’INCI di piccole quantità di profumo, prezzo, dimensioni del flacone

completo

Lascia un commento