Home » Cura del viso » Struccante e detergente viso: cosmetici top del 2021 (parola di scienza!)

Struccante e detergente viso: cosmetici top del 2021 (parola di scienza!)

Struccante e detergente viso sono prodotti di uso quotidiano. Già questo particolare dovrebbe indurti ad impiegare una certa cura nella scelta di tale tipologia di cosmetici. Del resto un uso prolungato e giornaliero degli articoli sbagliati potrebbe rivelarsi a dir poco deleterio per la salute e la bellezza della tua pelle! Certo, c’è da dire che scegliere il prodotto giusto significherà, almeno inizialmente, perdere qualche minuto in più davanti agli scaffali del negozio dedicato in cui sei solita fare shopping. Poco male: in cambio la tua pelle apparirà giovane e vitale, il che non è poco.

Ma perché è tanto importante selezionare accuratamente il detergente viso? Beh, considera che questo, per essere veramente efficace, dovrà penetrare la tua pelle sino ai suoi strati più profondi. Lo struccante, di cui a volte il detergente viso fa le veci, deve poi essere in grado di rimuovere dal volto anche la più piccola traccia residua di make-up.

Il trucco, se non eliminato adeguatamente dalla pelle, può infatti causare parecchi danni. Ciò vale soprattutto per il fondotinta, ma anche per tutti gli altri prodotti che popolano la tua trousse. Considera poi che i cosmetici di bassa qualità potrebbero, pur facendo bene il loro lavoro, rivelarsi eccessivamente aggressivi sulla cute o, cosa che accade spesso, rimuovere trucco ed impurità ma lasciare la pelle irritata ed arrossata.

Articoli di un certo livello infine ti permetteranno anche di liberare i pori ostruiti dando modo all’epidermide di assorbire tutti i nutrienti ed i principi attivi contenuti nei tuoi cosmetici preferiti, magari nella crema viso che metti sempre dopo aver rimosso il trucco e che, per qualche strana ragione adesso svelata, ultimamente sembrava aver perso efficacia. Ecco allora qualche suggerimento scientifico per individuare struccante e detergente viso che facciano al caso tuo nonché i prodotti migliori presenti sul mercato. In calce infine troverai anche qualche consiglio per gli acquisti.

Le varie tipologie di detergente viso

I detergenti viso che puoi trovare in vendita online o nei negozi specializzati non sono tutti uguali. Non ci riferiamo, almeno per il momento, ad un discorso di qualità, bensì alla tipologia. Iniziamo col dire allora che questo genere di cosmetico può avere una consistenza gel, può presentarsi sotto forma di mousse, di olio, di polvere o di generico prodotto schiumogeno e chi più ne ha più ne metta. Cerchiamo perciò di conoscere meglio ciascuna opzione.

Struccante e detergente viso in gel

Il detergente viso in gel è uno dei cosmetici più utilizzati al mondo ed anche a te sarà capitato di comprarne qualche flacone. Del resto questa texture, fluida e vagamente viscosa, ben si adatta alle esigenze di tutte le tipologie di pelle, è facile da utilizzare e permette di pulire il volto in maniera rapida ed efficace. La sua formulazione contiene spesso dei tensioattivi delicati e delle molecole capaci di sciogliere tanto la semplice sporcizia quanto gli eventuali residui di trucco che restano sulla pelle a fine giornata.

I lipidi sono i grandi assenti da questo tipo di formulazione. Lo struccante e detergente viso in gel va sempre applicato sulla pelle e quindi massaggiato sintantoché non si formi un leggero velo di schiuma. A quel punto non dovrai far altro che procurarti dell’acqua tiepida con cui risciacquare accuratamente il volto. Facile, no?

La mousse: un sapone particolare

Un’altra opzione è quella dello struccante e detergente viso in forma di mousse. In questo caso quello che avresti per le mani (e per il viso) sarebbe alla fin fine un normalissimo sapone la cui consistenza però è soffice e schiumosa. Insomma: ti sembrerà quasi di toccare una nuvola. Questa soluzione è ideale per le pelli miste e per quelle più sensibili. Ciò perché tale tipologia di prodotto ha una formulazione pulente ma delicata. Non è un caso infatti che, anche individui con pelli normali, tendano ad utilizzare il cosmetico soprattutto sulle zone più delicate del viso quali, ad esempio,, quella del contorno occhi.

Una soluzione più aggressiva: la polvere

Ti potrebbe capitare poi di imbatterti nel detergente viso in polvere. Benissimo: si tratta di un prodotto che contiene in genere particelle solide, magari farine di legumi o cereali, all’interno di qualcosa di liquido o fluido. Questo tipo di prodotto è pensato per agire non soltanto da detergente, ma anche da scrub.

Nella formulazione del cosmetico sono infatti incluse delle sostanze grasse che emulsionano e catturano lo sporco ingabbiato sulla pelle per poi lasciarlo scivolare via dal viso subito dopo il risciacquo. La tua cute, utilizzando una polvere detergente come quella qui descritta, sarà sempre morbida, esfoliata e ben pulita.

Il più classico dei rimedi: il sapone solido o la saponetta

Tra i detergenti viso non poteva certo mancare la più classica delle opzioni: la saponetta. Prima di scegliere il prodotto giusto, in questo caso, è necessario porre attenzione al suo pH. Normalmente il sapone solido si attesta su valori pari a 9 o a 10, valori estremamente basici e come tali aggressivi per la cute. In realtà un buon prodotto dovrebbe avere lo stesso pH della pelle o, quanto meno, non discostarsene troppo. Inoltre nella sua ricetta dovrebbe contenere grassi nobili e vegetali, ossia sostanze quali gli oli ed i burri che mantengano morbida ed idratata la cute.

Il latte detergente: un must!

Un altro must della tua routine quotidiana potrebbe essere il latte detergente, vale a dire un’emulsione contraddistinta da una texture fluida composta perlopiù di oli ed acqua. Questo prodotto è quello che ti ci vuole se la tua pelle è sensibile e tendenzialmente molto secca. Il latte detergente riesce infatti a mantenere la pelle in condizioni ottimali non alterandone tra l’altro i normali equilibri chimici e biologici. Il consiglio che ti diamo è quello di scegliere sempre dei latti detergenti a base di elementi dermopurificanti e comunque di ingredienti vegetali.

Le new entry: l’acqua micellare o acqua struccante

Negli ultimi anni l’industria cosmetica ha proposto alle donne di inserire nella loro skin care quotidiana l’acqua micellare o struccante. Si tratta di un detergente capace di lavorare sulla pelle intrappolando lo sporco depositatosi sul volto nel corso della giornata. Le impurità vengono quindi rimosse dal viso senza alterare gli equilibri chimici e biologici della cute e lasciando la pelle luminosa e vitale.

Ed infine il detergente bifasico

Un’altra opzione tutto sommato abbastanza recente è quella del detergente bifasico. Si tratta di un prodotto utile ad eliminare dal viso anche i più piccoli residui di trucco per quanto resistente esso possa essere. A fine trattamento la pelle risulterà sempre morbida e, soprattutto, ben idratata. La formulazione si compone di una parte più scura, in cui sono contenuti oli struccanti, e di una più chiara, in cui sono invece presenti dei principi attivi che rinfrescano, idratano ed ammorbidiscono la pelle. Il prodotto in esame può essere utilizzato sul volto nella sua interezza, comprese quindi le zone del contorno occhi e le labbra.

Scegliere struccante e detergente viso migliori, quelli più adatti alla propria pelle

Struccante e detergente viso, per funzionare a dovere, devono possedere delle caratteristiche che li rendano adatti a lavorare su una cute come la tua. Innanzitutto perciò dovrai cercare di capire se la tua è una pelle sensibile o secca, grassa o mista. Nel primo caso sceglierai dei prodotti in formato di crema o di mousse, la cui formulazione sia ricca di elementi lenitivi ed idratanti, povera di alcol e sostanze sintetiche e preferibilmente ipoallergenica.

Se la tua è una pelle grassa invece farai meglio ad orientarti su struccanti che puliscano a fondo i pori e tengano sotto controllo l’iperproduzione di sebo. Sì quindi alle lozioni detergenti con formulazione sebo-regolarizzante ed ai prodotti a pH neutro in genere. Se invece hai una pelle mista dovrai scegliere prodotti delicati che, ancora una volta, tengano a bada la produzione di sebo. Ma non è tutto.

La cute può avere un pH variabile tra 3,5 e 6,5. Se i prodotti per la pulizia quotidiana non sono compatibili con questi valori, il derma finisce per diventare acido. Bisogna perciò evitare di comprare cosmetici che tendano a seccare la pelle ed usare sempre piccole quantità di detergente in modo da non rimuovere dal viso anche la pellicola protettiva di acqua e grasso che mantiene la cute tonica ed idratata.

Struccante e detergente viso: quando e perché usarli

C’è poco da fare: giornalmente la tua pelle affronta degli elementi destabilizzanti che le impediscono di respirare correttamente o di conservare un buon metabolismo cellulare. Purtroppo questi elementi di disturbo sono inevitabili nella nostra quotidianità: stress, raggi UV, trucco, inquinamento e quant’altro sono sempre presenti nelle nostre vite. Per riequilibrare la situazione però qualcuno ha pensato bene di inventare struccante e detergente viso: una vera e propria manna dal cielo per il derma!

In pochi minuti di trattamento la cute si libera delle impurità accumulate durante il giorno, si rinfresca dopo una giornata frenetica o dopo una notte a contatto con stoffe e tessuti. Ammesso anche che tu non abbia l’abitudine di truccarti, utilizzare quotidianamente questo tipo di cosmetici ti sarà utile ad impedire l’opacizzazione dell’epidermide, il dilatamento dei pori, l’invecchiamento precoce della pelle, il mancato assorbimento delle sostanze nutritive contenute nei cosmetici, l’accumulo di sebo sul viso nonché l’ammassarsi sulla cute di sudore e cellule morte.

Come abbiamo visto infatti il sapone, quello che siamo tutti tendenzialmente portati ad utilizzare per pulire la faccia, è troppo aggressivo, a volte persino disidratante. Utilizzare soltanto l’acqua poi serve a poco dato che il prezioso liquido non ha un alto potere pulente. Da qui la necessità di ricorrere sempre a struccante e detergente viso.

Questi prodotti andrebbero utilizzati sia la mattina che la sera. Nel primo caso si potrà rimuovere l’accumulo di sebo prodotto nottetempo o il residuo di qualche crema notte precedentemente applicata. Il viso apparirà così sano, pulito e luminoso. Si tratta comunque di una pulizia più superficiale rispetto a quella serale che mira a togliere dal volto make-up, polveri sottili e scorie, a liberare i pori ed a restituire lucentezza alla pelle. Detto ciò, ecco qualche consiglio per gli acquisti.

1) Naturale Bio Olio di Cocco

Naturale Bio Olio di Cocco è uno di quegli struccanti efficacissimi e al 100% naturali che tanto piacciono agli amanti del salutare, della natura, del biologico e alle pelli sensibili. Certo, questo cosmetico è lontano dall’essere raffinato e fluido come tanti altri, ma è un vero e proprio toccasana per la pelle. Il prodotto viene estratto direttamente dalla polpa del cocco, cocco raccolto a mano in piantagioni biologiche dedicate. Il ricavato da questa operazione viene poi spremuto in condizioni tali da conservare tutti gli elementi nutritivi contenuti nella polpa, ossia sfruttando le bassissime temperature.

Il cosmetico che ne deriva serve sia a rimuovere il trucco che ad idratare e curare la pelle. Quest’ultima apparirà, già dai primi utilizzi, luminosa e raggiante, morbida e levigata. I pori poi verranno liberati da qualsiasi tipo di materiale ostruttivo. Ma non è tutto. Naturale Bio Olio di Cocco è anche un prodotto ad effetto lenitivo ed emolliente, utilizzabile subito dopo attività in qualche modo traumatiche per la pelle quali, ad esempio, l’epilazione.

L’olio di cocco inoltre può anche essere impiegato per mantenere belli e sani i capelli, per rimuovere dalla cute anche il make-up più resistente, per prevenire o eliminare smagliature e per rendere tonica l’epidermide. Più versatile di così! Se utilizzato sul viso, per quanto naturale possa essere, il prodotto andrà sciacquato rapidamente e con attenzione. Il cosmetico qui in esame è profumatissimo e gode di certificazione biologica e vegana. Buono è infine anche il suo rapporto qualità-prezzo.

In sintesi:

adatto a: tutti i tipi di pelle, soprattutto alle più sensibili

vantaggi: prodotto interamente biologico, adatto ad un uso vegano, buon rapporto qualità-prezzo, profumazione molto gradevole, cosmetico versatile e multifunzione

svantaggi: niente da segnalare

2) Collistar Struccatore Addolcente Bi-fase

Collistar Struccatore Addolcente Bi-fase è un cosmetico made in Italy. Com’è facile intuire, si tratta di un prodotto ad azione struccante di tipo bifasico. Quello che invece non è facile capire al volo è che i principi attivi della sua formulazione sono perlopiù individuabili nel mondo degli estratti vegetali. Ciò non significa però che l’INCI di questo articolo sia del tutto naturale e biologico. Nella ricetta sono infatti contenuti degli elementi siliconici, utili ad aggredire con maggiore efficacia anche il trucco più resistente.

Scendendo un po’ più nel dettaglio, diremo che nell’etichetta degli ingredienti sarà possibile individuare elementi bio quali l’estratto di calendula e girasole (sostanze emollienti ed idratanti) che convivono pacificamente con il cyclomethicone ed il glicole polipropilenico (solubilizzanti sintetici di alto livello adatti a sciogliere anche il trucco waterproof). Nonostante nel prodotto in esame ci sia un po’ di chimica non possiamo bollare negativamente il cosmetico analizzato.

Collistar Struccatore Addolcente Bi-fase infatti è comunque molto delicato sulla pelle, così delicato da poter essere utilizzato anche nella zona del contorno occhi. La sua formulazione poi garantisce alla cute una piacevole sensazione di freschezza e non brucia. Il prodotto va sempre utilizzato però con una certa attenzione. In particolare, dato che gli ingredienti sintetici qui presenti sono contenuti in alte percentuali, è bene sciacquare accuratamente il volto, soprattutto in prossimità degli occhi, dopo ogni applicazione. Il cosmetico non è adatto poi per l’uso su pelli grasse in quanto oleoso e “lucidante”. Buono è infine il rapporto qualità-prezzo vantato dallo struccante.

In sintesi:

adatto a: pelli secche e normali

vantaggi: efficacia anche sul trucco più ostinato, buon prezzo, sensazione di freschezza percepita subito dopo l’uso

svantaggi: necessità di sciacquare accuratamente il volto dopo ogni utilizzo, INCI migliorabile

3) Himalaya Purifying Neem Face Wash Gel

Passiamo adesso a Himalaya Purifying Neem Face Wash Gel. Questo prodotto è pensato soprattutto per le pelli grasse anche se, ad onor del vero, può tranquillamente essere utilizzato pure sulle pelli normali. Il cosmetico in esame ha innanzitutto una funzione purificante: ciò significa che è capace di togliere dal viso l’eccesso di sebo accumulatosi durante il giorno nonché le generiche impurità qui presenti. Ciò significa aprire e dilatare i pori permettendo alla pelle di respirare meglio e di assorbire tutti i nutrienti contenuti in creme ed unguenti facenti parte della tua skin-care.

Ma non è tutto. Il nostro gel vanta conclamate proprietà antibatteriche ed antimicrobiche. In qualche modo quindi disinfetta e deterge a fondo la pelle. Si tratta anche di un prodotto lenitivo ed antinfiammatorio, capace quindi di regalare alla cute, già durante l’uso, una piacevole sensazione di freschezza. Tra i principi attivi qui contenuti citiamo innanzitutto il neem, ossia una sostanza antibatterica, depurativa e sebo-regolarizzante. C’è poi la curcuma, spezia dalle comprovate proprietà lenitive, idratanti ed elasticizzanti.

Himalaya Purifying Neem Face Wash Gel andrebbe utilizzato praticamente tutti i giorni dato che, sin dai primi trattamenti, la pelle apparirà nutrita ma mai appesantita, bella, morbida, levigata e luminosa. Ottimo è infine il rapporto qualità-prezzo che il prodotto può vantare. Se insomma dovessimo proprio cercare il pelo nell’uovo e trovare un difetto a questo cosmetico potremmo forse individuarlo nella scelta del formato in tubetto che è sicuramente meno funzionale e meno antispreco rispetto al classico erogatore.

In sintesi:

adatto a: pelli grasse e normali

vantaggi: buon rapporto qualità-prezzo, prodotto multifunzione

svantaggi: formato privo di erogatore

4) Bioderma Soluzione Micellare

Se sei alla ricerca di un’acqua micellare che sappia il fatto suo devi assolutamente provare Bioderma Soluzione Micellare. Questo prodotto riesce a rimuovere dal viso ogni impurità, trucco compreso. Il bello è che non solo strucca e deterge a fondo la pelle, ma lavora in maniera più che delicata e, per giunta, stimola le cellule a ricostruire la pellicola idrolipidica che ricopre naturalmente il viso. Sin dalla prima applicazione la cute risulterà così morbida, idratata, levigata e nutrita. Inoltre, per quanto delicata possa essere la tua pelle, non apparirà mai né irritata né arrossata dopo aver utilizzato questa preziosa acqua micellare.

La magia si deve ad un INCI molto naturale. Oltre che dei gliceridi, comuni grassi saponificabili di origine animale o vegetale, la ricetta si compone di estratto di cetriolo, elemento rinfrescante e tonificante. Non pervenuti sono invece i parabeni, molecole sintetiche spesso presenti nei cosmetici e nei detergenti, ma non del tutto salutari per cute ed ambiente.

Bioderma Soluzione Micellare è un prodotto ipoallergenico, non unge, non crea fastidi agli occhi e si adatta perfettamente alle esigenze delle pelli più sensibili e reattive. Può comunque essere utilizzato anche su pelli miste, secche e grasse. Quest’acqua micellare va sempre tenuta in posa qualche secondo poi, se lo desideri, potrai sciacquarla via lavando il viso. Ad onor del vero comunque potresti anche fare a meno di questo passaggio. Un difetto? Beh, quello in esame è un prodotto un pelino costoso, soprattutto se si tiene conto del formato decisamente ridotto del flaconcino.

In sintesi:

adatta a: pelli delicate, ma utilizzabile anche su tutti gli altri tipi di pelle

vantaggi: INCI molto naturale, prodotto ipoallergenico ed utilizzabile anche sul contorno occhi, possibilità di non risciacquare il viso dopo l’uso, consistenza non oleosa

svantaggi: prezzo

5) Poppy Austin Sapone Viso alla Vitamina C 15% Vegano

Poppy Austin Sapone Viso alla Vitamina C 15% Vegano è il prodotto perfetto per chi non vuole proprio saperne di farsi bella a spese della natura e degli animali. Come tutti gli articoli Poppy Austin è infatti un cosmetico etico, vegano e cruelty free. L’INCI di questo sapone detergente viso è completamente naturale, pensato per rispettare e nutrire la cute.

Gli ingredienti bio qui contenuti vengono accuratamente selezionati e possono dirsi tutti di altissima qualità. Solitamente si provvede alla pressatura a freddo nei primi minuti che seguono la raccolta, accortezza questa che permette di conservare inalterate tutte le proprietà benefiche dei vari elementi naturali che compongono la ricetta.

Il prodotto contiene un grosso quantitativo di Vitamina C. Quest’ultima ben si sposa con le esigenze delle pelli sensibili e torna utile per pulire in profondità i pori (anche se a dire il vero esistono struccanti più efficaci). Si tratta di una sostanza caratterizzata da comprovate proprietà antiossidanti, che previene o cura le macchie cutanee, regala tonicità alla pelle e stimola le cellule a produrre collagene. Per questo motivo il prodotto si adatta a meraviglia anche all’uso sulle pelli mature.

Completa la ricetta una lunga lista di sostanze emollienti: dagli estratti di rosa canina a quelli di aloe vera, passando per gli elementi ricavati dall’albero del tè. Poppy Austin Sapone Viso alla Vitamina C 15% Vegano non contiene elementi sintetici, è sempre delicato sulla pelle (ma non sugli occhi), è un valido aiuto contro l’acne, ringiovanisce la cute ed ha un buon rapporto qualità-prezzo.

In sintesi:

adatto a: tutti i tipi di pelle, soprattutto alle più sensibili, alle più mature o a quelle funestate da acne

vantaggi: ricetta vegana, biologia e cruelty free, prodotto multifunzione, delicato sulla pelle, buon rapporto qualità-prezzo

svantaggi: può dare fastidio agli occhi, non è il più efficace degli struccanti, ma fa comunque il suo lavoro

6) La Roche Posay Effaclar Purifyng Mousse

La Roche Posay Effaclar Purifyng Mousse, come la maggior parte dei prodotti facenti parte della stessa linea, è un cosmetico che trova nell’acqua termale il suo principio attivo per eccellenza. Il detergente qui in esame vanta comprovate capacità emollienti e lenitive. Tra l’altro, grazie anche alle alte concentrazioni di selenio presenti nell’acqua termale di cui sopra, agisce riparando delicatamente la pelle rovinata o stressata senza mai rivelarsi troppo aggressivo.

Il latte detergente viso da noi proposto appartiene alla categoria degli struccanti schiumogeni ed è quindi adatto ad agire sulle pelli più grasse senza tuttavia inaridirle. Il pH 5,5 poi è perfettamente compatibile con il livello di acidità media della cute umana. Per questo motivo il prodotto analizzato può essere utilizzato con buoni risultati sia sulle pelli grasse che su quelle miste, sia sui soggetti affetti da acne sia su chi registra quotidianamente sulla cute un accumulo eccessivo di sebo e sudore.

A rimuovere, anche se con un po’ di fatica, questo materiale-scoria ci pensano lo zinco ed il glycal presenti nella formulazione. La nostra ricetta non prevede l’uso di saponi, come sappiamo abbastanza aggressivi sulla pelle, di coloranti, di sostanze a base di alcool e di parabeni. La Roche Posay Effaclar Purifyng Mousse va lasciato schiumare tra le mani con l’aggiunta di un po’ di acqua. Bisognerà quindi applicarlo sul viso precedentemente inumidito, massaggiare e poi risciacquare. La sua profumazione è delicatissima e la texture ha una consistenza ideale. Ottimo è infine il rapporto quantità-qualità-prezzo vantato dal cosmetico.

In sintesi:

adatto a: pelli grasse, miste, delicate ed affette da acne

vantaggi: INCI di qualità, pH neutro, profumazione delicata, ottimo rapporto qualità-quantità-prezzo

svantaggi: sul mercato esistono struccanti più efficaci, tuttavia il prodotto è comunque valido

 

Lascia un commento